Carte prepagate, l’alternativa al contante

Vuoi effettuare acquisti online sicuri? Sei alla ricerca di un metodo di pagamento alternativo al contante per fare shopping? Se queste sono le premesse, non ti resta che scoprire tutti i vantaggi delle carte prepagate.

Fin dal momento della loro introduzione, le prepagate hanno riscontrato un largo successo in tutto il mondo: la clientela privata prima ed aziendale dopo continuano a preferire tale strumento di pagamento alle più costose carte di credito o bancomat visti i costi di gestione praticamente nulli ed un’operatività elevata.

Condizioni economiche e commissioni Hype Start Hype Plus Viabuy WestStein MasterCard N26 Conto Tascabile
 
Richiedi online Richiedi online Richiedi Online Richiedi Online Richiedi Online Richiedi Online
Quota rilascio carta 0€ se richiesta online 10€ se richiesta in succursale da minorenni 0€ se richiesta online 10€ se richiesta in succursale 69,90€ Gratuita Gratuita Gratuita
Canone 0€/anno 12€/anno 19,90€/anno 1€/mese 0€/mese 2€/mese
Disponibilità Massima Carta 2500€ 20000€ 50000€ 35000 Illimitato 50000€
Ricarica in contanti 0€ Succursali Banca Sella 0€ Succursali Banca Sella 0€ n.d. n.d. 0€ filiale CheBanca
Ricarica tramite bonifico bancario 0€ 0€ 0€ 0,55€ 0€ 0€
Ricarica tramite sportello ATM 0€ 0€ n.d. n.d. n.d. 0€
Ricarica tramite carta di pagamento 0,90€
0€ fino al 31/03/19
0,90€
0€ fino al 31/03/19
1,75€ n.d. n.d. n.d.
Prelievi presso gli ATM Italia 0€ 0€ 5€ 2,50€ 0€ 0€
Prelievi presso gli ATM altre Banche in Euro 0€ 0€ 5€ 2,50€ 0€ 0€
Prelievi presso gli ATM Area Non-Euro 0€ 0€ 5€ n.d. 1,70% dell'importo prelevato 3€
Maggiorazione su cambio zona Extra Euro 3,00% 3,00% n.d. n.d. n.d. n.d.

I dati riportati in tabella sono stati rilevati il 01/02/2019 dai fogli informativi di Hype Start, Hype Plus, Viabuy, N26, WestStein Card, CheBanca.

Hype Start


Hype Start è il nome della carta prepagata MasterCard collegata ad un iban bancario senza canone gestibili tramite app da scaricare sul proprio smartphone. Il plafond è di 2.500 euro e sono gratuiti i prelievi presso qualsiasi ATM in Italia. Si tratta quindi di una carta adatta a chi vuole un sistema senza canone, per sostenere spese di importo limitato, come ad esempio la paghetta dei propri figli.

Fonte: sito ufficiale Hype – Data: 1 Febbraio 2019

Hype Plus


Se si ha la necessità di avere un limite annuo di ricarica maggiore si può scegliere la Hype Plus di Banca Sella, ma è possibile ricaricare in un anno fino a 50000€ (l’importo massimo disponibile sulla carta è pari 20000€).

Fonte: sito ufficiale Hype – Data: 1 Febbraio 2019

Viabuy


Questa carta prepagata associata a un conto elettronico supera il limite dell’impossibilità di cointestazione delle prepagate: oltre alla card principale, che ha un costo annuo di 19,90 euro, è infatti possibile richiedere anche carte aggiuntive, con un costo annuale di 14,90 euro. Una carta adatta anche per essere usata all’estero, soprattutto per fare i pagamenti, mentre per i prelievi è prevista una commissione fissa di 5 euro. E’ prevista anche una quota di emissione una tantum pari a 69,90€.

Fonte: sito ufficiale Viabuy – Data: 1 Febbraio 2019

WestStein Card


Se si desidera un conto con Iban e una carta capace di ricevere e usare più valute, allora la WestStein Card può essere una valida alternativa. Ovviamente la comodità ha un costo: è previsto infatti un canone mensile di 1 euro. Al conto possono essere collegate fino a tre carte prepagate che non prevedono invece costi di emissione.

Fonte: sito ufficiale WeststeinCard – Data: 1 Febbraio 2019

N26


E’ nata come banca mobile, offrendo fin da subito diverse alternative di scelta: dalla versione standard senza canone, alle versioni Black e Metal più esclusive e dotate di tanti servizi accessori. Tutte e tre le versioni di carte prepagate associate al conto con Iban permettono prelievi gratuiti in zona euro, ma se si vuole prelevare gratis anche in valute diverse dall’euro si dovrà scegliere tra la versione Black (al costo di 9,90 euro al mese) o la Metal (al costo di 16,90 euro mensili), mentre la versione base prevede una commissione pari all’1,7% dell’importo prelevato.

Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 1 Febbraio 2019

Conto Tascabile

E’ una carta prepagata MasterCard con iban che può essere ricaricata senza costi tramite bonifico oppure in contanti presso le filiali CheBanca o ATM evoluti CheBanca. Il canone mensile è pari 2€ e i prelievi sono gratuiti in zona euro presso qualsiasi ATM.

Fonte: sito ufficiale CheBanca – Data: 1 Febbraio 2019

Genius Card


La carta conto di UniCredit consente di fare prelievi in Italia e all’estero, ricevere ed effettuare bonifici. Ha un canone mensile di 2€ che è azzerato in favore degli Under 30.

Fonte: sito ufficiale UniCredit- Data: 1 Febbraio 2019

Monese


Il conto con Iban Monese permette di scegliere tra tre versioni di conto, ai quali è associata una carta prepagata: due versioni ‘avanzate’, la Plus (che costa 4,95 euro) e la Premium (che costa 14,95 euro al mese), che non prevedono costi di emissione e la versione base, chiamata Starter, che non ha costi fissi mensili ma richiede un costo di emissione di 4,95 euro.

Se si vuole una carta prepagata che non applica commissioni di cambio e prelievo (illimitati e gratuiti, ovunque) bisogna orientarsi verso la versione Premium.

Fonte: sito ufficiale Monese – Data: 1 Febbraio 2019

Cos’è una carta prepagata?

È un mezzo di pagamento concesso dall’emittente (banca o società di credito) a fronte di un esborso iniziale da parte del cliente.

La caratteristica fondamentale è che l’utente potrà spendere solo il contante precedentemente caricato sulla card (vedi anche Limite pagamento carta prepagata).

Per comprendere al meglio tale aspetto è utile fare un esempio pratico:

Se l’utente acquista una carta prepagata ed effettua una ricarica di 500 euro, potrà completare acquisti per un valore minore o uguale del budget considerato (vedi anche Mastercard conto arancio). Se ad esempio l’utente compra abbigliamento per un valore complessivo di 700 euro l’operazione non andrà a buon fine!

Questo ci fa capire come tale strumento sia adatto soprattutto ad una clientela giovane: ad esempio studenti fuori sede che ricevono una ricarica periodica sulla propria carta (vedi anche Carte prepagate ricaricabili in tabaccheria) per far fronte alle spese quotidiane, oppure possono rappresentare una valida alternativa alla cara e vecchia “paghetta tradizionale” anche in favore di minorenni!

Personalmente ritengo che offrire ai propri figli una carta prepagata rappresenta un modo per responsabilizzarli, così da abituarli a gestire in modo efficiente disponibilità monetarie.

Carta Prepagata Visa e Mastercard: tutto quello che c’è da sapere sulle ricaricabili

Nella scelta della carta ricaricabile per le proprie esigenze è essenziale considerare il circuito di pagamento. Ormai la maggior parte degli istituti offrono carte Visa o Mastercard, caratterizzate da una rete di accettazione davvero capillare: è davvero difficile trovare oggi un negozio che non consenta di effettuare acquisti con tali circuiti.

Il procedimento utilizzato per effettuare un pagamento è molto simile a quello utilizzato dalle carte bancomat: il negoziante inserisce la carta nell’apposito lettore ed il cliente digita il pin per completare l’acquisto. Il processo d’acquisto quindi è composto da pochi e semplici passaggi e si completa in pochi secondi. Il tutto garantisce la massima sicurezza nella transazione.

Quali sono le tipologie di carte prepagate?

Le carte prepagate non sono tutte uguali. In relazione all’emittente è possibile distinguerle in:

  • Carte spendibili generalizzate: emesse da banche o istituti di credito, consentono di effettuare acquisti presso tutti i negozi convenzionati ;
  • Carte fidelity o monouso: (tra queste rientrano anche le tessere prepagate usate per acquistare contenuti ed accedere a servizi a pagamento, come i servizi prepagati Sky, mediaset Premium o il Telepass ricaricabile) permettono di acquistare merce soltanto presso lo stesso emittente.

Per comprendere al meglio tale differenze consideriamo un esempio di entrambe queste categorie.

Tra le carte spendibili generalizzate evidenziamo le nuovissime carte conto: una delle più diffuse è la Carta PayPal che consente di utilizzare il credito precedentemente ricaricato per gli acquisti presso tutti i negozi convenzionati con il circuito MasterCard. Ecco un’immagine di tale card.

Tra le fidelity o monouso più utilizzate al momento evidenziamo quelle emesse da Trony e da Amazon: chi è in possesso di tale mezzo potrà utilizzare il relativo valore della ricarica solo presso tale esercizio commerciale.

Vantaggi: Soluzione ideale per chi non ha un conto corrente

Il primo vantaggio di queste carte è che sono facili da ottenere, infatti la documentazione richiesta è davvero minima: basterà fornire un documento d’identità e versare l’importo da caricare. Tale procedura è resa ancora più rapida con l’attivazione online della carta.

Evidenziamo inoltre che le banche, al contrario di ciò che avviene per le carte revolving, non applicano interessi, infatti il denaro disponibile è stato caricato dall’utente in anticipo mediante ricarica.

La prepagata inoltre è un’ottima soluzione per chi non dispone di un conto corrente bancario o postale. Quindi rappresenta un strumento ideale per giovani, studenti o più in generale quella classe di clientela che difficilmente potrà ottenere una carta di credito.

Infine grazie ai circuiti di pagamento Visa o MasterCard possono essere utilizzate ovunque, sia per lo shopping online che quello tradizionale. A questi aspetti si aggiunge anche il fatto che per alcuni servizi permettono di non dover sottoscrivere un abbonamento con esborso fisso e costante, ma acquistando solo i contenuti voluti utilizzando le tessere prepagate.

Riassumendo quindi i vantaggi sono:

  • Facili da ottenere;
  • No interessi;
  • Non è necessario avere un conto corrente;
  • Possono essere utilizzate sia per acquisti tradizionali che online;
  • Accesso a contenuti esclusivi senza abbonamento.

Svantaggi: valutare costi accessori e assistenza

Se le carte prepagate in genere sono considerate economiche in realtà bisogna prestare molta attenzione ai costi accessori: ad esempio alcuni istituti applicano costi di attivazione che possono variare dai 5 ai 30 euro e commissioni di ricarica anche pari a 5 euro.

La protezione offerta in caso di frode non può essere equiparata a quella delle carte tradizionali, inoltre, i tempi richiesti per il duplicato potrebbero essere nettamente più lunghi.

Inoltre, prima di ogni acquisto bisognerà controllare se la carta è sufficientemente carica: tale carattere anche se per alcuni utenti rappresenta una nota positiva, per altri rappresenta un limite. In particolare bisognerà caricarla di volta in volta e sostenere i relativi costi commissionali.

Infine, in caso di disguidi nel pagamento (doppi addebiti, addebito errato) i tempi di attesa sono lunghi e l’assistenza è spesso carente.

Riassumendo quindi, riscontriamo i seguenti svantaggi:

  • Costi accessori alti;
  • Protezione contro le frodi bassa rispetto alle carte tradizionali;
  • Bisogna caricarla di volta in volta;
  • Assistenza carente.

Cosa sono le carte conto?

Per far fronte alle continue richieste in tema di operatività degli utenti, le banche emittenti hanno ampliato il ventaglio di servizi collegati alle prepagate creando le Carte Conto, che offrono tutti i principali servizi di un conto corrente (vedi anche Conto Tascabile).

Infatti la carta è munita di iban e quindi consente l’accredito dello stipendio, della pensione, la domiciliazione delle utenze. Inoltre è possibile accedere ai servizi di Intenet Banking per effettuare ricariche telefoniche o bonifici online oppure per pagare bollettini postali e imposte o tasse..

Il vero vantaggio sta nel fatto che i costi relativi a questo strumento sono praticamente nulli se paragonati a quelli di un conto corrente tradizionale, specialmente con le carte che sfruttano la formula del canone omnicomprensivo, con importi comunque modesti.

Tra le carte che offrono condizioni discrete è doveroso menzionare la Genius Card Unicredit, ideale soprattutto per gli under 30 e la Conto Tascabile di CheBanca con un’operatività molto completa, e nessun costo per i prelievi in Italia e all’estero.

Carte prepagate Contactless

Ultimamente si stanno diffondendo sempre di più una serie di prepagate contactless targate Mastercard, grazie anche alle numerose promozioni e ai piccoli omaggi riservati a chi decide di pagare utilizzando le carte dotate di questa tecnologia.

Vai alla tabella comparativa delle carte prepagate o scegli una carta nel menù laterale all’interno della pagina per visualizzare i relativi costi e condizioni.

Prepagate con numeri in rilievo

Utimamente sono nate le prepagate con i numeri a rilievo , dotate di ampio plafond e richiedibili online senza controlli reddituali. Sono simili da un punto di vista puramente estetico alle carte di credito, ma con le stesse caratteristiche di una classica prepagata. Con la diffusione di queste carte prepagate, si è estesa ad esse la possibilità di utilizzarle per ottenere alcuni servizi tipici delle carte di credito come i noleggi o l’acquisto di viaggi, voli e prenotazioni di vario tipo (N.B. E’ necessario informarsi di volta in volta sulle carte effettivamente accettate).

Carte prepagate per il noleggio auto ?

Al contrario di quello che si pensa comunemente, alcuni autonoleggi accettano le carte prepagate.

Consigliamo di contattare in via preventiva la compagnia per assicurarsi se la propria carta è accettata o meno, il veicolo sarà noleggiato con carte di debito/prepagate alla sola discrezione dell’agente di noleggio, che può riservarsi il diritto di non consegnare l’auto qualora non ritenga sufficiente la qualificazione del cliente.