Carte prepagate, l’alternativa al contante

Vuoi effettuare acquisti online sicuri? Sei alla ricerca di un metodo di pagamento alternativo al contante per fare shopping? Se queste sono le premesse, non ti resta che scoprire tutti i vantaggi delle carte prepagate.

Fin dal momento della loro prima apparizione( nel lontano 2001 con Carta Kalibra e successivamente con Postepay e Paypal), le prepagate hanno riscontrato un largo successo in tutto il mondo: la clientela, privata prima ed aziendale poi, ha continuano a preferire tale strumento di pagamento alle più costose carte di credito o bancomat visti i costi di gestione praticamente nulli ed un’operatività elevata.

Condizioni economiche e commissioni Hype Start Hype Plus N26 Conto Tascabile Postepay Evolution
 
Richiedi online Richiedi online Richiedi Online Richiedi Online Richiedi Online
Quota rilascio carta 0€ se richiesta online 10€ se richiesta in succursale da minorenni 0€ se richiesta online 10€ se richiesta in succursale Gratuita Gratuita 5€ + 15€ di ricarica minima sulla carta
Canone 0€/anno 12€/anno 0€/mese 2€/mese 12€/anno
Disponibilità Massima Carta 2500€ 20000€ Illimitato 50000€ 30000€
Ricarica in contanti 0€ Succursali Banca Sella, 2,50€ presso punti vendita abilitati 0€ Succursali Banca Sella, 2€ presso punti vendita abilitati n.d. 0€ filiale CheBanca 1€ Uffici Postali
Ricarica tramite bonifico bancario 0€ 0€ 0€ 0€ 0€
Ricarica tramite sportello ATM 0€ 0€ n.d. 0€ 1€ Uffici Postali
Ricarica tramite carta di pagamento 0,90€ 0,90€
0€ fino al 30/06/20
n.d. n.d. 1€ tramite portalettere dotato di POS con carte Postamat, Postepay e carte circuito Maestro
2€ da ATM Postamat con carta PagoBancomat
3€ da ATM Postamat con carta Visa, Visa Electron, VPay, MasterCard e Maestro
Prelievi presso gli ATM Italia 0€ 0€ 0€ 0€ 0€ ATM Postamat
Prelievi presso gli ATM altre Banche in Euro 0€ 0€ 0€ 0€ 2€
Prelievi presso gli ATM Area No-Euro 0€ 0€ 1,70% dell'importo prelevato 3€ 5€ + 1,10% dell'importo prelevato
Maggiorazione su cambio zona Extra Euro 3,00% 3,00% n.d. n.d. n.d.

I dati riportati in tabella sono stati rilevati il 06/11/2019 dai fogli informativi di Hype Start, Hype Plus, N26, CheBanca, Poste Italiane.

Hype Start

esempio carta hype start

Hype Start è la carta prepagata MasterCard emessa da Banca Sella, collegata ad un iban bancario, senza canone e gestibile tramite app da scaricare sul proprio smartphone. Il plafond è di 2.500 euro ed offre bonifici senza commissioni e prelievi gratuiti presso qualsiasi ATM sia in Italia che all’estero. Si tratta quindi di una carta adatta a chi desidera usufruire di uno strumento di pagamento senza canone, per sostenere spese di importo limitato, utile anche per la paghetta dei propri figli: Hype Start, infatti, è disponibile dai 12 anni in su. E potrai ricaricarla anche in contanti, presso i supermercati Pam convenzionati direttamente alla cassa oppure rivolgendoti ad esercenti e tabaccherie Banca 5.

Inoltre è compatibile sia con Apple Pay che Google Pay, per effettuare i pagamenti direttamente con lo smartphone.

Fonte: sito ufficiale Hype – Data: 6 Novembre 2019

Hype Plus

esempio carta hype plus

Se si ha la necessità di accedere ad una capienza più elevata e ad una più completa operatività si può scegliere la Hype Plus, sempre di Banca Sella, che ti permetterà di ricaricare in un anno fino a 50.000€ (l’importo massimo disponibile sulla carta è di 20.000€), di accreditare il tuo stipendio/pensione e di gestire il tutto anche da pc grazie al servizio Hype Web.

In più, per ora in fase di beta test, potrai attivare Hype Credit Boost, una linea di credito rotativa di 2.000€, disponibile direttamente in carta al bisogno e rimborsabile in piccole rate mensili. Si tratta di una funzionalità ancora poco diffusa e quindi innovativa in tale tipologia di carte.

Fonte: sito ufficiale Hype – Data: 6 Novembre 2019

N26

E’ la versione base del noto conto online tedesco, associato ad un’efficiente app per la gestione da smartphone in totale autonomia e ad una carta di debito Mastercard. Si richiede gratuitamente online e non prevede alcun canone mensile pur offrendo prelievi ATM gratis in Euro, pagamenti senza commissioni (anche in diverse valute) e bonifici gratis.

Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 6 Novembre 2019

N26 You

E’ la versione premium di N26, disponibile in cinque accattivanti colorazioni. A fronte di un canone mensile di 9,90€ offre in più rispetto alla versione base prelievi gratuiti in tutto il mondo, un’interessante copertura assicurativa Allianz compresa nel canone (Foglio informativo sito ufficiale N26), per proteggere viaggi, prelievi, acquisti e una serie di scontistiche esclusive presso partner commerciali di N26. E col servizio Cash26 prelievi e depositi contanti sulla carta anche presso le casse dei supermercati del Gruppo Pam convenzionati.

N26 Metal

E’ la versione top di N26, con una carta prestigiosa, multifunzione, particolarmente indicata per i tuoi viaggi all’estero. A fronte di un canone mensile di 16,90€ avrai tutto ciò che ti offre la versione You con in più un servizio clienti dedicato sempre a tua disposizione ed una carta Mastercard dal design ricercato in acciaio inossidabile, a scelta tra tre sofisticate colorazioni: Nero Carbone, Rosa Quarzo e Grigio Perla.

Conto Tascabile

esempio carta conto tascabile chebanca

Conto Tascabile è una carta prepagata MasterCard con iban che può essere ricaricata senza costi tramite bonifico oppure in contanti presso le filiali CheBanca o ATM evoluti CheBanca! e su cui potrai accreditare stipendio o pensione e domiciliare gratuitamente le utenze. Il canone mensile è di 2€ e i prelievi sono gratuiti in zona Euro presso qualsiasi ATM. Inoltre potrai effettuare bonifici SEPA e pagare MAV, RAV e F24 senza commissioni. Capienza notevole: 50.000€.

Fonte: sito ufficiale CheBanca – Data: 6 Novembre 2019

Genius Card

esempio genius card unicredit

Genius Card Unicredit è la carta conto consente di accreditare il tuo stipendio o la tua pensione, domiciliare le utenze, prelevare sia in Italia che all’estero, ricevere ed effettuare bonifici. Ha un canone mensile di 2€ che è azzerato in favore degli Under 30. La ricarichi in tanti modi diversi, anche in contanti presso i punti vendita Sisal. E’ compatibile con le principali app di mobile payment (Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay) e, se lo desideri, aggiungendo 1€ al mese potrai assicurare la tua carta con la polizza Genius Card Protetta (Foglio Informativo).

Fonte: sito ufficiale UniCredit- Data: Data: 6 Novembre 2019

Viabuy

esempio carta viabuy mastercard versione black

Questa carta prepagata associata a un conto elettronico ti offre una possibilità ancora poco diffusa tra le prepagate: la cointestazione. Oltre alla carta principale, che ha un costo annuo di 19,90 euro, è infatti possibile richiedere anche carte partner, con un costo annuale di 14,90 euro. Viabuy è una prepagata con cui potrai effettuare bonifici e trasferimenti di denaro gratuitamente, adatta anche per essere usata all’estero, soprattutto per i pagamenti, mentre per i prelievi è prevista ovunque una commissione fissa di 5 euro. E’ richiesta anche una quota di emissione una tantum pari a 69,90€.

Fonte: sito ufficiale Viabuy – Data: 6 Novembre 2019

WestStein Card

esempio weststeincard

Se si desidera un conto con Iban e una carta capace di ricevere e usare più valute, allora la WestStein Card può essere una valida alternativa. Ovviamente la comodità ha un costo: è previsto infatti un canone mensile di 1,50 euro (2€ dal 11/11/2019). Al conto possono essere collegate fino a tre carte prepagate che non prevedono invece costi di emissione.

Fonte: sito ufficiale WeststeinCard – Data: 6 Novembre 2019

Monese

esempio carta monese

Il conto con Iban Monese permette di scegliere tra tre versioni di conto, ai quali è associata una carta prepagata: due versioni ‘avanzate’, la Classic (che costa 4,95 euro al mese) e la Premium (che costa 14,95 euro al mese) e la versione base, chiamata Simple ha 0€ al mese. Abilitata ad Apple Pay e Google Pay.

Se si vuole una carta prepagata che non applica commissioni di cambio e prelievo (illimitati e gratuiti, ovunque) bisogna orientarsi verso la versione Premium.

Fonte: sito ufficiale Monese – Data: 6 Novembre 2019

Guida alle carte prepagate

Indice guida

Cos’è una carta prepagata?


È un mezzo di pagamento concesso dall’emittente (banca o società di credito) a fronte di un esborso iniziale da parte del cliente. La caratteristica fondamentale è che l’utente potrà spendere solo il contante precedentemente caricato sulla card (vedi anche Limite pagamento carta prepagata).

Per comprendere al meglio tale aspetto è utile fare un esempio pratico:

Se l’utente acquista una carta prepagata ed effettua una ricarica di 500 euro, potrà completare acquisti per un valore minore o uguale al budget considerato (vedi anche Mastercard conto arancio). Se ad esempio l’utente compra abbigliamento per un valore complessivo di 700 euro l’operazione non andrà a buon fine.

Infatti non bisogna confondere una carta prepagata con una carta di credito. La prima ti permette di utilizzare soltanto cifre di cui disponi e che hai precedentemente ricaricato sulla carta; la seconda ti offre una linea di credito per effettuare acquisti senza esborso immediato di denaro, ma con rimborso posticipato nella sua interezza al mese successivo (a saldo) o ripartito in piccole rate mensili (revolving).

esempio shopping con carta prepagata

Proprio per le sue caratteristiche, ed in parte per i suoi limiti, la carta prepagata risulta essere uno strumento di pagamento particolarmente indicato per effettuare acquisti online limitando al massimo il rischio di frodi o furti ed è apprezzata soprattutto da una clientela giovane: ad esempio studenti fuori sede che ricevono una ricarica periodica sulla propria carta (vedi anche Carte prepagate ricaricabili in tabaccheria) per far fronte alle spese quotidiane, oppure giovani lavoratori che desiderano accreditare il proprio stipendio senza accollarsi i costi di un conto corrente vero e proprio. In più le prepagate possono rappresentare anche una valida alternativa alla cara e vecchia “paghetta tradizionale” in favore di minorenni, così da aiutarli a gestire con responsabilità le loro prime giacenze. E’ opportuno in questo caso orientarsi verso una versione non nominativa.

Perchè è importante il circuito di pagamento della carta?


Nella scelta della carta ricaricabile per le proprie esigenze è essenziale considerare il circuito di pagamento: più è internazionale, più sarà diffuso e sicuro. Ormai la maggior parte degli istituti offrono carte Visa o Mastercard, caratterizzate da una rete di accettazione davvero capillare: è difficile trovare oggi un negozio che non consenta di effettuare acquisti con tali circuiti.

Il procedimento utilizzato per effettuare un pagamento è molto simile a quello utilizzato dalle carte bancomat: il negoziante inserisce la carta nell’apposito lettore ed il cliente digita il pin per completare l’acquisto. Il processo d’acquisto quindi è composto da pochi e semplici passaggi e si completa in pochi secondi. Il tutto garantisce la massima sicurezza nella transazione.

In più la quasi totalità delle carte prepagate oggigiorno è munita della pratica tecnologia contactless, che ti permetterà di effettuare i tuoi pagamenti semplicemente avvicinando la carta al POS e se l’importo non supera i 25€ non dovrai neppure digitare il PIN (approfondimento: Carte contactless MasterCard).

Quali sono le tipologie di carte prepagate?


Le carte prepagate non sono tutte uguali, ma presentano delle sostanziali differenze sia in base alle funzioni che hanno, sia in base alla loro spendibilità.

In base alle funzioni, le prepagate si dividono in tre categorie:

  1. usa e getta: sono la versione più semplice di prepagata. La acquisti come un qualsiasi altro articolo nelle tabaccherie e nei supermercati, scegliendo tra i tagli già precaricati. Una volta esaurito il credito la butti e ne acquisti un’altra. Un esempio di carta appartenente a questa tipologia è la Epipoli Mastercard.
  2. ricaricabili: sono le classiche prepagate ricaricabili, come la Postepay per intenderci, con le quali effettuare prelievi (ognuna secondo le sue modalità) e pagamenti sia nei negozi fisici che online. Quando il credito si esaurisce puoi ricaricarla in contanti tutte le volte che vuoi, scegliendo uno dei metodi a disposizione (tabaccherie, ATM, filiale…) e fino alla data di scadenza riportata sul davanti della carta. Scaduta la carta, dovrai richiederne una nuova.
  3. con Iban: sono le cosiddette “prepagate evolute” o “carte conto”, come ad esempio le Hype. Proprio perchè collegate ad un IBAN bancario indipendente, offrono maggiore versatilità perchè possono essere ricaricate anche a distanza tramite app o internet banking ed utilizzate per accreditare stipendio o pensione, domiciliare le utenze ed effettuare bonifici e pagamenti come bollettini, MAV, RAV, F24…(la disponibilità di alcuni di questi servizi varia comunque da carta a carta). Offrono, insomma, l’operatività di un conto corrente basic.

In base invece alla loro spendibilità, dobbiamo distinguere tra:

  • Carte spendibili generalizzate: emesse da banche o istituti di credito, consentono di effettuare acquisti presso qualsiasi esercizio commerciale, sia fisico che online;
  • Carte fidelity o monouso: permettono di acquistare merce soltanto presso l’ emittente, negozio fisico o online che sia, senza possibilità di ricaricarle una volta esaurito il credito. In questa tipologia rientrano anche le tessere prepagate usate per acquistare contenuti ed accedere a servizi a pagamento, come i servizi prepagati Sky, mediaset Premium o il Telepass ricaricabile.
  • Carte aziendali o carburante: sono carte prepagate ricaricabili con limitazioni particolari stabilite dall’azienda che le fornisce ai dipendenti per gestire le spese relative a viaggi di lavoro o alla flotta aziendale (Soldo, Ricarica Evo…)

Quali sono i vantaggi delle carte prepagate?


Il primo vantaggio di queste carte è che sono facili da ottenere, infatti la documentazione richiesta è davvero minima: solitamente basterà fornire un documento d’identità e il codice fiscale e versare l’importo da caricare. Tale procedura oggigiorno è resa ancora più rapida con la possibilità di richiederle direttamente online.

Altro vantaggio è che le banche, al contrario di ciò che avviene per le carte di credito revolving, non applicano interessi, infatti il denaro disponibile è stato precedentemente caricato dall’utente mediante ricarica, non è mai anticipato dall’emittente.

La prepagata inoltre, nella sua versione con iban, è un’ottima soluzione per chi non dispone di un conto corrente bancario o postale, perchè offre al titolare un’operatività di base senza i costi di un conto corrente vero e proprio.

Grazie ai circuiti di pagamento Visa o MasterCard possono essere utilizzate ovunque, sia per lo shopping online che per quello tradizionale.

Tra i vantaggi non va sottovalutato quello che riguarda la sicurezza nell’utilizzo di tali carte. La motivazione principale che ha portato alla stragrande diffusione di tale strumento di pagamento è l’esigenza di poter effettuare pagamenti online senza utilizzare carte di debito o di credito collegate direttamente al proprio conto corrente e quindi all’interezza delle proprie giacenze.

Quando si utilizza una prepagata i rischi di frodi o furti sono limitati esclusivamente alla somma di volta in volta caricata. In più, poichè aderenti a circuiti internazionali con alti standard di sicurezza, si avvalgono in molti casi delle stesse tecnologie delle carte di debito e credito (3d Secure Code, OTP, PIN, ecc).

Altro aspetto interessante di gran parte delle prepagate in circolazione è la possibilità di utilizzarle con le sempre più diffuse app di mobile payment come Apple Pay, Google Pay, Samsung Pay. Potrai così dematerializzare completamente i pagamenti eseguendoli senza esibire la carta fisica, ma soltanto avvicinando il tuo smartphone al POS abilitato.

Non dimentichiamo poi le tessere ricaricabili, come quelle Netflix, Sky, Mediaset Premium, che ti permettono di accedere a servizi esclusivi, come le piattaforme in streaming, senza l’obbligo di abbonamento con addebito in conto corrente o carta di credito, ma semplicemente acquistandone l’usufrutto per periodi limitati nel tempo (ad esempio 3 mesi).

Riassumendo, quindi, i vantaggi sono:

  • Facili da ottenere;
  • No interessi;
  • Sopperiscono alla mancanza di un conto corrente;
  • Possono essere utilizzate sia per acquisti tradizionali che online in totale sicurezza;
  • Mobile payment;
  • Accesso a contenuti esclusivi senza abbonamento.

Quali sono gli svantaggi?


Se le carte prepagate in genere sono considerate economiche, in realtà bisogna prestare molta attenzione ai costi accessori: ad esempio alcuni istituti applicano costi di emissione che possono superare anche i 10€ e commissioni di ricarica anche pari a 5 euro.

Altro svantaggio può essere costituito dal fatto che prima di ogni acquisto bisognerà controllare se la carta è sufficientemente carica onde evitare brutte figure e disguidi alla cassa. E ricordiamoci che nella maggior parte dei casi l’operazione di ricarica prevede un costo fisso indipendente dall’importo da caricare: effettuare tante piccole ricariche alla lunga potrebbe risultare poco conveniente.

Infine, in caso di intoppi nei pagamenti (doppi addebiti, addebito errato) ricevere la dovuta assistenza può risultare macchinoso e richiedere noiose sessioni al telefono.

Riassumendo quindi, riscontriamo i seguenti svantaggi:

  • Costi accessori alti;
  • Ricariche frequenti e spesso a pagamento;
  • Assistenza non sempre immediata.

Vai alla tabella comparativa delle carte prepagate o scegli una carta nel menù laterale all’interno della pagina per visualizzare i relativi costi e condizioni.

Cosa sono le prepagate con i numeri in rilievo?

Particolarmente apprezzate da una clientela più esigente sono le prepagate con i numeri in rilievo, dotate spesso di ampio plafond e richiedibili online senza controlli reddituali. Sono simili da un punto di vista puramente estetico alle carte di credito, ma posseggono esclusivamente le caratteristiche di una classica prepagata. Alle volte tale tipologia di carte offre la possibilità di utilizzarle per ottenere alcuni servizi tipici delle carte di credito come i noleggi o l’acquisto di viaggi, voli e prenotazioni di vario tipo (N.B. E’ comunque necessario informarsi di volta in volta sulle carte effettivamente accettate a tali scopi).

Carte prepagate per il noleggio auto ?


Al contrario di quello che si pensa comunemente, alcuni autonoleggi accettano le carte prepagate.

Consigliamo di contattare in via preventiva la compagnia per assicurarsi se la propria carta è accettata o meno, il veicolo sarà noleggiato con carte di debito/prepagate alla sola discrezione dell’agente di noleggio, che può riservarsi il diritto di non consegnare l’auto qualora non ritenga sufficiente la qualificazione del cliente.