Guida alle nuove Postepay di Poste Italiane

L’offerta delle Postepay di Poste Italiane è stata recentemente ampliata per fornire dei prodotti maggiormente ‘targettizzati’. Carte conto, per giovani ed altro ancora. Scoprine, leggendo la seguente guida, le condizioni ed i vantaggi delle prepagate Bancoposta.

La Postepay tradizionale non è più sola nell’ambito dell’offerta di carte prepagate ricaricabili di Poste Italiane. Ora, tutto sommato, si trova in buona compagnia, anche se di carte che sono in grado di offrire dei servizi (od aggiungere dei vantaggi reali rispetto alla capostipite) c’è attualmente la sola Postepay Evolution, trattandosi, almeno ancora per il momento, dell’unica carta con Iban di Poste Italiane.



Quali le carte ricaricabili di Bancoposta?

In sostanza, oltre alla postepay standard (richiedibile anche nella versione junior per coloro che hanno tra i 10 e i 18 anni con delle modeste agevolazioni sui costi correlati, ed evidenti limitazioni sugli importi di ricarica e di plafond), ci sono:

  • Postepay Twin: l’offerta prevede due postepay collegate tra loro (una è nominativa mentre l’altra è una carta ricaricabile anonima), per agevolare soprattutto i trasferimenti di denaro e le operazioni di ricarica. Per il resto si tratta di due normalissime postepay, valide per effettuare pagamenti e prelievi, nel limite dell’importo ricaricato;
  • Io studio: non è una carta “facoltativa” poiché è nata dalla volontà del ministero dell’Istruzione ed infatti rappresenta più una carta servizi, alla quale viene associata la funzione anche di carta prepagata ricaricabile. Si tratta di comunque di una carta gratuita che viene data dalle segreterie scolastiche delle scuole superiori direttamente ai vari studenti;
  • Postepay Evolution, la carta postepay con iban: si tratta di una carta conto, che permette di effettuare bonifici e accrediti, ma che non consente di svolgere una vera e propria operatività di un conto corrente di base. In questo caso si tratta di una carta emessa sul circuito Mastercard, a differenza delle altre che funzionano sul circuito Visa Electron.

I costi di ricarica e di emissione, a meno di particolari promozioni in corso, sono generalmente uniformi (5 euro il costo di emissione e a partire da 1 euro per le ricariche). Qualche differenza si ha per la carta Postepay Evolution che, in più, viste le sue caratteristiche ‘aggiuntive’ prevede un canone di 10 euro annui.

Conclusioni

In sintesi l’aspetto più interessante, ‘soprattutto’ delle nuove Postepay, rimane quello della possibilità di usare la Postepay stessa anche per richiedere un prestito personale (Supercash). Questo perché in un mercato molto variegato, e ricco di continue novità, è possibile trovare carte prepagate per l’estero, carte conto ‘vere e proprie’, carte per i giovani, ecc, in molti casi più complete e con costi medi spesso più bassi.

Condizioni economiche e commissioni Postepay Standard Postepay Evolution Postepay Twin Postepay NewGift E-Postepay Postepay impresa
 
Canone annuo 0,00€ 10,00€ 0,00€ 0,00€ 0,00€ A carico dell’azienda
Costo di emissione 5,00€ 10,00€ 8,00€ 7,00€ Non previsto A carico dell’azienda
Importo minimo prima ricarica 5,00€ 15,00€ 5,00€ 5,00€ 0,00€ 0,00€
Importo massimo della carta 3.000€ 30.000€ 999€ 999€ 999€ 3.000€

Tabella aggiornata al 9 Ottobre 2014