Carta prepagata con iban Poste Italiane: ecco le caratteristiche principali di Postepay Evolution

Anche Poste Italiane si uniforma all’offerta delle carte prepagate con Iban o carte conto attraverso la proposta della Postepay Evolution. Tuttavia si tratta di una carta prepagata ricaricabile che assolve solo in parte le funzioni tipiche di un conto “corrente” di base, dal momento che non è possibile ad esempio effettuare i pagamenti dei tributi. La Postepay Evolution può essere usata solo per fare pagamenti, bonifici e per ottenere accrediti, ma non sempre i costi associati sono a buon mercato.

Condizioni economiche e commissioni Conto Tascabile Widiba prepagata Cariparma Prepagata Viabuy Postepay Evolution
Richiedi Online Richiedi online Richiedi online Richiedi Online
Canone annuo 24,00€ 0,00€ 0,00€ 0,00€* 10,00€
Prelievi ATM Banca 0,00€ 0,00€ 0,00€ 0,00€ 5,00€
Prelievi altre banche zona euro 0,00€ 2,00€ 2,10€ 2,00€ 5,00€
Plafond 50.000€ 10.000€ 10.000€ 50.000€ 30.000€
* Per Viabuy è richiesto un deposito minimo di 89,70 euo.
Circuito Mastercard
Emittente Poste Italiane
Come si ottiene? Uffici postali/Online

Condizioni economiche della Postepay Evolution

Così come per la Postepay classica, l’emissione e l’attivazione della carta ha un costo di 5 euro (azzerabili se viene richiesta entro la fine dell’anno). Il canone annuo della Postepay Evolution è di 10 euro per anno solare (gratuiti per i dipendenti di Poste italiane fino al 31/12/2016). I prelievi da Atm sono gratuiti ed illimitati se fatti presso gli sportelli Postamat.

Si tratta di una carta generalmente accettata all’estero, dal momento che funziona sul circuito Mastercard, sia per i prelievi che per i pagamenti. Ha una durata di 5 anni, ed un plafond massimo di 30 mila euro, mentre a livello di importo massimo ricaricabile in un anno la somma è di 100 mila euro. L’importo massimo ricaricabile per ciascuna ricarica è invece di 15 mila euro, così come quello di bonifico in uscita. E’ una carta dotata di tecnologia contactless per i pagamenti mentre il limite massimo di spesa è fissato a 3500 euro giornalieri e 10 mila mensili presso tutti gli esercizi, tranne che per Poste Italiane dove rimane il solo limite della disponibilità presente sulla carta stessa.

La parte meno appetibile è quella dei bonifici, che hanno un costo variabile (da 1 euro a 9 euro) a seconda del canale che viene scelto e del Paese di destinazione.

Condizioni Economiche* Postepay Evolution
Tipologia di Carta Prepagata con IBAN
Canone annuo 10,00 euro
Importo minimo di abilitazione 15,00 euro
Costo di emissione 5,00 euro (gratis per tutto il 2016)
Plafond 30.000,00 euro
Commissioni prelievo ATM Postamat 0,00 euro
Commissioni prelievo Uffici postali 1,00 euro
Commissioni prelievo ATM bancari in Italia ed Estero 2,00 euro
Commissioni prelievo ATM area No Euro 5,00 euro
Costo ricarica Uffici postali e Postamat 1,00 euro
Circuito di pagamento MasterCard

*Le condizioni economiche riportate in tabella sono aggiornate al 15/03/2016.

Costi di ricarica della postepay Evolution

Come canali per la ricarica, a quelli tipici previsti per la postepay classica, si aggiungono anche gli accrediti (intesi come pensione, stipendio od una tantum). I costi variano da un minimo di 1 euro ad un max di 3 euro (per ricariche da Postamat con carte del circuito Mastercard o Visa, Visa Electron o Maestro diverse da Postamat o Postepay). Per tutto il 2015 sono state gratuite le mini-ricariche effettuare mediante l’ App dedicata di Poste italiane, attualmente invece è prevista una commissione pari ad 1 euro.

Opinioni sulla Postepay Evolution

Si tratta di una carta ricaricabile prepagata che ha cercato di superare i limiti della Postepay, in un mercato in cui le carte conto a parità di costi riescono ad offrire molto di più. Tuttavia si tratta di un tentativo ibrido che non ha portato a nessun risultato veramente apprezzabile, considerato che esistono in circolazione diverse carte con costi tutto sommato più bassi, che in più offrono servizi più completi. Da segnalare infine la scarsa chiarezza, soprattutto per i ‘non addetti ai lavori’, del foglio informativo.

La maggiore pecca imputabile alla Postepay Evolution può essere ricondotta al fatto che non svincola totalmente il titolare dalla necessità di possedere un conto corrente, vista la difficoltà di poter effettuare il pagamento dei tributi direttamente con essa, si possono pagare Mav e F24 andando sul sito http://www.poste.it/landing/pagamenti/index.shtml?wt.ac=hpbp-box-pagamenti; possibilità che è aperta a tutti coloro che siano titolari anche di carte di credito Visa o Mastercard, quindi non esclusiva per i titolari di Postepay Evolution (per la mancanza di un vero e proprio internet banking di appoggio)

Anche il tentativo di rendere la Postepay Evolution più completa, tramite il suo impiego per ottenere e rimborsare l’ultima versione veloce di prestito personale di Poste Italiane lascia a desiderare.

A riguardo è utile fare un confronto con un’altra prepagata che assolve una funzione simile, la Genius Card che, oltre ad essere gratuita per gli under 30 anni, a soli 12 euro all’anno svolge in modo completo la funzione di un normale conto corrente (prima differenza da non sottovalutare).

Anche sui costi nel confronto la Postepay non riesce a mantenere il passo, considerato che le ricariche tramite home banking con la Genius card, sono la metà di quelle della carta conto di Poste Italiane (che al di sotto di un euro non possono scendere). Per i bonifici si rimane tra 0 e 5,25 euro.

Anche l’internet banking e quindi la possibilità di controllare il saldo, procedere all’attivazione (con prima ricarica gratis) e controllare i movimenti, accrediti, e pagamenti, è molto più funzionale e facile da gestire, bypassando l’obbligo di dover fare lunghe file presso la propria agenzia.

Genius card vs Postepay Evolution: chi vince?

In questo semplice confronto è quindi evidente che chi ha bisogno di una carta ricaricabile completa (in primis se si hanno meno di 30 anni), da poter usare tranquillamente anche all’estero, con il carattere di un vero e proprio conto corrente, non può avere la Postepay Evolution come scelta preferenziale, che può rappresentare al limite un’opzione di ripiego legata alla capillarità degli uffici postali.

Fermo restando che l’ampia presenza sul territorio delle Agenzie Unicredit, e l’adozione di Atm intelligenti, in grado di svolgere funzioni tipiche degli sportelli bancari, riesce ad annullare l’eventuale giustificazione di “comodità” che potrebbe essere addotta.

Vuoi conoscere opinioni e commenti sui prodotti postali? Vai alla sezione carte e conti Poste Italiane.