Conto Selfy Mediolanum: guida all’apertura e al funzionamento online

La stessa banca milanese ha definito il conto Selfy Mediolanum un ‘conto on demand’. Si tratta infatti di un conto digitale al 100% ed è anche per questo dotato di una notevole flessibilità di utilizzo (ad esempio attraverso l’ampia scelta nei canali di gestione) e semplicità, avendo sempre tutto a portata di mano anche via smartphone.

A questo punto potrebbe venire da chiedersi: in cosa è differente dagli altri conti digitali al 100%?

Una delle principali differenze è data proprio dalla completezza delle alternative di scelta, anche come prodotti. Qui infatti non siamo ‘limitati’ solo al conto, alle carte di pagamento collegate, ma c’è possibilità di sottoscrivere investimenti, richiedere prestiti e fare trading online.

E se si ha bisogno di aiuto? La gestione del conto può essere fatta parlando in chat con un operatore oppure per alcune operazioni (per esempio versamenti e prelievi da sportello) ci si può appoggiare agli sportelli convenzionati (come nel caso di Banca Intesa Sanpaolo). Vediamo più nel dettaglio, caratteristiche, costi e modalità di apertura.

N.B. Non è previsto il rilascio del carnet di assegni.

Le principali caratteristiche e condizioni

logo conto selfy banca Mediolanum

Con il conto Selfy, Banca Mediolanum, ha confermato il proprio approccio che mette il cliente al centro dei suoi servizi. Non solo è riuscita a rendere ancora più diretto il rapporto: tramite un tablet, smartphone o pc, sarà sempre possibile non solo tenere sotto controllo le operazioni effettuate, ma anche seguire il trend di investimenti, ecc. È quindi chiaro che sulla sicurezza (come accesso e disposizioni operative) è stata garantito un livello molto alto di protezione (vedi anche banca digitale).

Il conto potrà essere intestato a una persona o avere anche due intestatari. Per quanto riguarda il tipo di utilizzo che si può farne, non ci sono particolari limiti, anzi siamo di fronte, come accennato, a un conto corrente completo. Questo discorso riguarda soprattutto le carte di pagamento dove troviamo numerose alternative e cioè (Fonte: sito ufficiale Mediolanum – Data: 6 aprile 2021):

  • la carta di debito internazionale (Pagobancomat, Bancomat, Cirrus/Maestro Fastpay) che è compresa nel canone del conto;
  • la carta prepagata prepaid Mediolanum che viene rilasciata gratis (senza costi di emissione) agli under 27 anni (altrimenti si pagano 10 euro);
  • la carta di credito Mediolanum che si può richiedere nella versione standard o in quella Prestige.
immagine bancomat da app conto selfy

N.B. La prepagata va richiesta ma è ‘accessibile a tutti, mentre la carta di credito, che va sempre richiesta, necessita anche il possesso di requisiti specifici. Ricordiamo che tutte le carte Selfy sono compatibili sia con Apple pay che con Google Pay

  • pagamento bollettini;
  • prelievi;
  • bonifici;
  • pagamento di imposte;
  • domiciliazione di utenze;
  • SDD;
  • F24, ecc.

In più tramite il connubio tra Bancomat Pay e Plick si può anche sfruttare la funzione P2P per il trasferimento di somme di denaro in tempo reale via app. Infine c’è la possibilità di poter richiedere prestiti (disponibili in due tipologie) e sottoscrivere fondi (andando nell’apposita sezione).

Costi e commissioni

Attenzione! L’apertura è possibile solo per i nuovi clienti e non prevede costi di apertura o di chiusura. Detto questo, al 6 aprile 2021 il canone è gratis per il primo anno, mentre dal secondo si paga un costo annuale (che viene addebitato in tranches di 3 mesi in 3 mesi) di 45 euro.

Questo se non è dovuta l’imposta di bollo (ovvero per giacenza media al di sotto dei 5000 euro), altrimenti il costo annuo dovrà contemplare l’aggiunta dell’imposta di bollo pari a 79,20 euro. Se si è giovani under 30 anni, il canone rimane gratis anche dopo il primo anno, fino al compimento di 30 anni.

Ma attenzione: anche per chi non rientra in questo profilo si ha comunque la possibilità di rendere il canone ‘gratuito’ in via promozionale. Come? Semplicemente se si ha un patrimonio gestito di 15 mila euro oppure sottoscrivendo un prodotto di protezione Mediolanum.

immagine canali su cui usare il conto selfy

Per quanto riguarda gli altri costi dobbiamo distinguere tra prodotti accessori opzionali e l’operatività del conto stesso. Per quanto riguarda la prima categoria ricordiamo:

  • la carta di credito: la Mediolanum card standard prevede un canone annuale di 12 euro, mentre la prestige 80 euro all’anno ma il primo è gratis;
  • la prepaid: 10 euro di emissione.

Approfondimento: Bancomat o Carta di credito

A livello di operatività invece:

  • estratto conto online gratis (cartaceo 77 centesimi se mensile, 1 euro se trimestrale);
  • prelievi: gratis;
  • bonifici sepa via web: gratis
  • Sdd, domiciliazione bancaria, accredito stipendio e bonifico permanente: gratis.

(Fonte: sito ufficiale Mediolanum – Data: 6 aprile 2021)

I prestiti

A riguardo troviamo addirittura due possibilità. Nel particolare abbiamo il prestito Shop For You, che prevede la possibilità di acquistare a rate, ma con tasso 0% su prodotti selezionati da partner convenzionati (accessibile sempre via app o da pc).

La seconda alternativa è invece il Selfy Credit Istant che permette di ottenere da 2.000€ a 15.000€. Per ciascuna fascia di prestito (e cioè 2.500€, 5.000€, 10.000€ e 15.000€), sono previsti differenti requisiti. La richiesta può essere fatta da app, il tan fisso è del 5,00% e il TAEG massimo è 5,16%. Le spese di istruttoria sono gratis così come l’imposta sostitutiva.

(Fonte: sito ufficiale Mediolanum – Data: 6 aprile 2021)

Come si può aprire

La procedura può essere fatta scaricando l’app oppure andando sulla pagina ufficiale e cliccando su un pulsante di invito all’apertura del conto. A questo punto si seguono semplicemente le indicazioni, dettate dall’apertura delle pagine e dall’indicazione degli spazi obbligatori. Si tratta di inserire i dati personali (anagrafici), di residenza e contatti in una procedura semplice ed intuitiva.

Abbiamo già detto che come requisito fondamentale c’è il fatto di essere nuovi clienti. A questo si aggiunge anche la residenza in Italia. Come documenti da avere a portata di mano abbiamo:

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • smartphone;
  • email.

Alla fine ci sarà la fase di identificazione che può avvenire con una video chiamata oppure effettuando un bonifico da un altro conto di cui si è intestatari.