Opinioni Tasca Conto BCC: vantaggi della carta prepagata Mastercard

Da qualche anno a questa parte l’affermazione delle carte prepagate ha avuto un andamento decisamente vivace, per cui se ne possono trovare ormai un po di tutti i tipi, più o meno personalizzabili e presso qualsiasi banca. Ci sono però alcuni Istituti che offrono delle carte conto particolari, perché oltre ad assolvere le funzioni di “carta di pagamento” del tipo “ricaricabile” permettono anche di svolgere le principali operazioni bancarie altrimenti offerte da un normale conto corrente, ed in più hanno i vantaggi delle carte “sconto” legate alla presenza di particolari convenzioni ed accordi. Tra queste carte troviamo la TascaConto Fidal emessa dalla BCC.

Circuito Mastercard
Emittente BCC
Come si ottiene? Online/Filiale

Vantaggi della carta TascaConto Fidal

Il primo vantaggio esclusivo è legato agli sconti che si possono ottenere in qualità di affiliato alla federazione italiana di atletica leggera. Inoltre si usufruisce di una carta conto molto completa, come le normali carte ‘TascaConto’.

Costi della carta TascaConto di Bcc

Tutte le operazioni fatte con questa carta sono gratuite, con la sola eccezione delle operazioni di ricarica (bonifici, domiciliazioni utenze, ricariche telefoniche, pagamenti bollettini mav, rav e tributi, bonifici, accrediti, ecc).

Il massimale della carta è di 14 mila euro, e non ci sono limiti di spesa fino al raggiungimento del plafond della carta. Come prelievo da ATM massimo giornaliero c’è il limite di 500 euro. Per i prelievi non c’è differenza di spesa se fatti entro o extra zona Ue: costano comunque 1,5 euro. La vera pecca di questa carta sta nel costo di emissione, comunque medio alto, dato che si parla di ben 30 euro. Anche sui costi di ricarica si poteva fare sicuramente meglio, allineandosi all’offerta di mercato.

Modalità e costi di ricarica

Le ricariche possono essere effettuate da filiale, da internet o da ATM, ma i costi rimangono sempre medio alti, con la sola eccezione della ricarica con ATM da banca collocatrice, dato che il costo è di 1 euro, che raddoppia se si tratta di ATM di banca non collocatrice la carta stessa.

Prodotti e servizi Bcc

In tutti gli altri casi bisogna farsi carico di una spesa che va da 4 euro a 5 euro, a seconda che si tratti di sportello o home banking di banca collocatrice o non, con in più l’aggiunta di una commissione del 2% sull’importo. Quindi è meglio usarla se si ha la possibilità di accreditare pagamenti e stipendi, altrimenti risulta eccessivamente onerosa.