Tinaba: come pagare ed inviare denaro

Tinaba è una app che permette di sfruttare le funzioni ed i servizi propri di un digital wallet. E’ stata ideata e sviluppata dal gruppo Sator ed ha come unico partner Banca Profilo. Quest’ultima presenta un profilo di sicurezza abbastanza elevato visto il Cet1 pari al 25,5% contro la media nazionale del 12,3% (Data rilevazione: 13/03/2018 – Fonte: sito ufficiale Banca Profilo).

Quanto costa e che cosa permette di fare?

Tinaba è assolutamente gratuita sia per quanto riguarda la registrazione al servizio che per quanto riguarda le transazioni ed i pagamenti effettuati (anche per l’esercente).

Tinaba viene definita dai suoi stessi creatori come un “ecosistema digitale” finalizzato all’esecuzione di una molteplicità di servizi.

Scambio di denaro in tempo reale

Tramite l’app si devono solo scegliere i destinatari dell’invio del denaro tra i propri contatti, e poi inserire l’importo che si deve trasferire. Sempre attraverso l’app si possono monitorare in qualsiasi momento i trasferimenti fatti in entrata ed in uscita.

Creazione di un conto condiviso

Semplicemente tramite app si può creare anche uno o più conti “condivisi” denominandoli in modo da rendere chiaro a chi deve contribuire il motivo per cui il conto stesso è stato creato. A questo punto si dovranno solo inviare gli ‘inviti a contribuire’ ai possibili destinatari.

Ad esempio se si vuole fare un regalo di compleanno a Paolo ed in contemporanea si vuole raccogliere del denaro per una cena di fine anno di scuola si creeranno due eventi, uno chiamato ‘Compleanno di Paolo’, al quale si inviteranno gli amici in comune, e l’altro ‘Cena di fine anno scolastica’, mandando l’invito ai compagni di scuola. Se non si usa tutto il denaro l’eccedenza viene restituita, per quote, a coloro che hanno contribuito.

Dividere un pagamento tra partecipanti o amici

Questa volta l’app permette di sfruttare la lettura di un QRcode tramite il quale i partecipanti possono procedere al pagamento della loro parte (approfondimento: QrPay). La stessa applicazione effettuerà il calcolo degli importi in funzione del numero delle quote in cui frazionare il pagamento. Come si può vedere dalla foto precedente, mano a mano, il sistema aggiornerà anche il numero di quote “versate”.

Realizzare i propri progetti o obiettivi

Con questa funzionalità si stabilisce il tipo di obiettivo ed una cifra ‘target’ così da conoscere quanto manca per il suo raggiungimento. In questo modo anche gli altri potranno contribuire ad esempio per fare un regalo di compleanno, o di matrimonio, ecc. Per rendere noto l’evento bisognerà anche stabilire la data ultima entro la quale l’obiettivo dovrebbe essere raggiunto, e di conseguenza inviarlo ai contatti che si vogliono coinvolgere. Questo rappresenta un sistema che può essere usato anche per realizzare una raccolta fondi.

Fonte sito ufficiale Tinaba – Data: 13/03/2018.

La carta: dove e come usarla

Al proprio digital wallet è associata una carta prepagata Tinaba che viene inviata subito dopo aver terminato la registrazione. Logicamente anche la gestione della card ricaricabile può essere fatta interamente tramite app (approfondimento: Pos Mobile). Non solo gli acquisti possono avvenire presso i negozi anche usando l’app così da poter dividere il conto tra più partecipanti.

La carta viene rilasciata in modo gratuito e non prevede costi di gestione fissi (nessun canone mensile o annuale). Trattandosi di una prepagata va ricaricata dell’importo che si vuole, il che può essere fatto direttamente tramite app semplicemente andando nella sezione/funzione “ricarica carta” ed indicando l’importo che si vuole trasferire dal conto comune, da un evento aperto, ecc. La card è dotata di tecnologia contactless, ha ‘marchio’ Nexi/Cartasì ed è collocata da Banca Profilo.

Fonte sito ufficiale Tinaba – Data: 13/03/2018.

Come si fa la registrazione?

Si deve per prima cosa scaricare l’app dal proprio store. Per Android bisognerà avere un sistema operativo almeno pari a 4.4, mentre per iOs almeno pari a 8.0. Si dovranno quindi compilare gli spazi richiesti con i dati personali e di residenza. Nella procedura bisognerà inserire anche i due/tre codici di verifica richiesti che saranno:

  1. Codice di verifica “numero”: è composto da 6 cifre inviate tramite un sms al numero inserito in fase di registrazione;
  2. Codice Invito: questo va usato solo nel caso in cui ci si registri a seguito di un invito da qualcuno, altrimenti non è necessario;
  3. Codice di accesso: è di 5 cifre, si crea personalmente e serve per fare il login tutte le volte che si vuole entrare nell’app ed usare i suoi servizi.

Per il riconoscimento del titolare del “conto digitale” (e poi della carta prepagata), si deve mandare una copia dei documenti personali. Questo può essere fatto anche tramite un autoscatto ed una foto fronte e retro del documento d’identità o del passaporto, facendo attenzione che tutti i dati necessari siano ben visibili.

Terminata la fase di registrazione si riceve una email di conferma e tramite il click sul link di riconoscimento contenuto in essa si conclude tutto l’iter. L’app Tinaba sarà pienamente operativa mentre per la carta c’è logicamente da attendere qualche giorno perché venga inviata all’indirizzo inserito in fase di registrazione.

Limiti

A questo punto l’utente si trova al cosiddetto level B che presenta alcuni limiti legati sia agli importi ricaricabili che a quelli di spesa. Tali limitazioni possono essere superate passando al livello successivo (level A) che può essere raggiunto aprendo un conto di pagamento con Banca Profilo. Tinaba rimarrà sempre gratuito mentre i limiti varieranno nel modo seguente:

Level B Level A
Ricarica massima giornaliera 999 euro
Limite dei pagamenti in uscita per singola operazione 150 euro 2000 euro
Limite giornaliero dei pagamenti in uscita 250 euro 5000 euro
Limite di rimborso massimo 999 euro
Importo massimo di avvaloramento nell’arco di un anno 2500 euro

Fonte sito ufficiale Tinaba – Data: 13/03/2018.

Bonus e promozioni

In fase di registrazione e non solo si possono sfruttare dei bonus. Ad esempio al 13 marzo del 2018 è attivo il codice CIAOITALIA che permette di ottenere un bonus pari a 5 euro. A questi si aggiungono anche delle promozioni che periodicamente possono essere offerte da alcuni esercenti partner come nel caso di Ip che, per 100 euro di rifornimento con carta Tinaba, effettua una ‘ricarica’ di 10 euro. Fonte sito ufficiale Tinaba – Data: 13/03/2018

Dove trovare i negozi convenzionati?

Sul sito di Tinaba c’è una pagina interattiva costantemente aggiornata dove si possono trovare i vari esercenti che accettano il servizio di pagamento.