Findomestic Pay: condizioni e requisiti della carta prepagata con Iban Findomestic

Findomestic (nota per le carte di pagamento soprattutto grazie alla carta Aura e Nova, tra l’altro associabili anche a Paypal), propone anche una versione di carta prepagata ricaricabile, che quindi non fornisce le possibilità di carta di credito, ma che sopperisce alle esigenze di coloro che vogliono pagamenti come carta di debito, con in più la sicurezza di un credito definito a monte “prepagato” (vedi anche Limite di pagamento carta prepagata ).

FINDOMESTIC
Circuito MasterCard
Emittente Findomestic Banca
Come si ottiene? Online

Le modalità di utilizzo

Trattandosi di una ricaricabile dotata di Iban, consente di fare oltre che di ricevere pagamenti e perciò rientra tra quelle che sono etichettate come carte conto. Può quindi essere utilizzata per:

  • fare acquisti online;
  • effettuare acquisti tramite pos negli esercizi collegati al circuito Mastercard; effettuare prelievi da Atm;
  • effettuare o ricevere bonifici;
  • accreditare pensioni e pagamenti ricorrenti;
  • domiciliare le utenze;
  • pagare le rid;
  • fare ricariche telefoniche;
  • Mav e rav.

Può essere inoltre utilizzata come base di appoggio per trasferire in entrata e uscita soldi dal o per il conto deposito Findomestic. Tutti questi servizi e funzioni, al di fuori di quelli dei pagamenti per acquistare beni o servizi, vengono gestiti tramite il servizio di internet banking associato (vedi anche Migliori conti correnti ).

Come richiederla?

La richiesta va fatta direttamente online, tenendo sotto mano il codice fiscale e il documento di identità. Non sono richiesti requisiti particolari se non la maggiore età.

Costi e ricariche

Per ricaricare la Findomestic Pay si possono utilizzare bonifici in entrata o accreditare emolumenti (in questi casi non ci sono commissioni) oppure si può richiedere la ricarica tramite Sisalpay, con un costo di 2,5 euro ad operazione, e con un massimale di 500 euro per volta (ma con un altro limite che è di 1000 euro settimanali).

Il plafond massimo è di 5000 euro , che coincide anche con il massimale di ciascuna operazione di bonifico (10000 euro al mese max), mentre per i pagamenti il limite è di 3000 euro giornalieri settimanali. Anche sui prelievi deve essere rispettato il limite di 500 euro al giorno e 1500 settimanali.

Non sono previsti costi di emissione, ma si paga un canone mensile di 1 euro solo se ci sono movimenti nell’anno Solare e se si supera la soglia dei 5 mila euro. I prelievi si pagano 2 euro se effettuati in zona Ue, altrimenti 4 euro se eseguiti in altra valuta.

Conclusioni

Questa ricaricabile presenta il solo vantaggio di non avere costi fissi in caso di mancato utilizzo, altrimenti non costituisce un vero e proprio valore aggiunto per quanti cercano una carta conto realmente completa.