XME Card: guida al bancomat evoluto di Intesa Sanpaolo

XME Card non è solo una dei tanti bancomat in circolazione, ma una vera e propria carta di debito evoluta che garantisce anche una buona copertura assicurativa sugli acquisti ed i prelievi. Vediamone le caratteristiche ed i costi

Intesa San Paolo, tra le sue carte di debito propone anche la XME Card, che permette di effettuare prelievi e pagamenti sia su pos che online sui siti che accettano il circuito Maestro/Mastercard (a partire da quelli grandi come Amazon, Mediaworld). Vediamo quali peculiarità presenta.

Indice articolo

Caratteristiche

Tre le caratteristiche tecniche troviamo sia la tecnologia chip&pin che quella contactless mentre per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza, c’è sia il pin personalizzabile (in modo da essere più semplice da ricordare) che il ‘servizio di avviso’ se il sistema individua un rischio di furto di dati personali online. Questo va attivato tramite registrazione sulla piattaforma web interattiva che consente di iscriversi al servizio di monitoraggio internet CyberAgent. Da segnalare infine anche il classico servizio via sms per ricevere un alert per ogni operazione effettuata con la carta di debito.

E’ inoltre possibile ‘attivare’ il servizio GeoControl particolarmente interessante per chi viaggia. Di default infatti la Xme Card è impostata sul profilo Limitato che ne permette l’impiego all’interno esclusivamente della varie nazioni europee. Attraverso il servizio GeoControl è invece possibile passare al profilo Mondo che non presenta alcuna limitazione geografica per l’utilizzo. Tale possibilità gratuita può essere esercitata senza vincolo di numero attraverso tre possibili vie alternative:

  • online via pc o app;
  • da filiale;
  • via telefono al numero verde dedicato 800.444.223 sempre attivo.

Per quanto riguarda il funzionamento parliamo di una classica carta di debito, che porta all’addebito immediato dell’importo transato (per acquisti e prelievi) sul conto corrente al quale è collegata. Il tutto logicamente entro i limiti ed ai costi previsti che vedremo nel particolare tra poco. Tuttavia essendo una carta evoluta, in più rispetto ai normali bancomat, la Xme card può essere usata anche per disporre bonifici ed effettuare ricariche telefoniche oltre che pagare imposte, il tutto presso gli ATM che prevedono l’uso della carta con le funzioni avanzate.

Costi di gestione e di operatività

Il canone della carta è fisso, pari a 1,5 euro al mese (quindi il costo annuo è di 18 euro). Per quanto riguarda invece i costi collegati all’uso, ci sono sia operazioni gratuite sempre, che quelle azzerate in promozione oltre che costi fissi e/o variabili non ‘azzerabili’. Nel particolare abbiamo:

  • Prelievi:
    • su ATM Intesa SanPaolo (o dello stesso gruppo): gratis sempre;
    • presso le tabaccherie che sono collegate a Banca 5: gratis fino a fine 2019, poi 2 euro;
    • su ATM di altre banche (sia in zona Sepa che in zona extra Sepa): 2 euro
  • Tasso di cambio/conversione valuta: 1%
  • Acquisti: gratuiti (con applicazione 1% se fatti in valuta diversa dall’euro)
  • Bonifici
    • giroconti da ATM: gratis
    • bonifici su banche Intesa sanPaolo da ATM: 0,50 euro;
    • bonifici su banche extra gruppo da ATM: 1 euro
  • Costi ricarica cellulari: gratis
  • Altri pagamenti: da 0 a 2 euro (Mav gratuiti, bollettini premarcati 2 euro, bollette Enel e principali utenze, 1 euro, ecc)
  • Comunicazioni: online gratis; cartaceo: 0,70 euro
  • Blocco e sostituzione: gratis

(Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data: 19 aprile 2019)

La carta ha durata di 5 anni, e prevede alla scadenza il rinnovo automatico, a meno di disdetta ed è subito attiva (utilizzabile fin dalla consegna). La lista movimenti, il saldo, i pagamenti, prelievi, ecc, sono consultabili tramite ATM, da Internet banking oppure con App. Ovviamente la possibilità di utilizzo è condizionata dal plafond disponibile, entro i massimali indicati nel foglio informativo, ovvero:

  • importo massimo di prelievo al giorno: 3.000 euro
  • importo massimo di prelievo al mese: 10.000 euro
  • importo massimo di prelievo al giorno presso tabaccherie con Banca 5: 150 euro
  • importo massimo di spesa al giorno (acquisti sia online che tradizionali): 5.000 euro
  • importo massimo di spesa al mese (acquisti sia online che tradizionali): 10.000 euro
  • bonifici e giroconti: limite giornaliero: 5.000 euro, limite mensile: 5.000 euro

(Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data: 19 aprile 2019)

Coperture assicurative

In base a quanto evidenziato dallo stesso sito ufficiale della banca torinese con la Xme Card si usufruisce anche di alcune coperture assicurative (foglio informativo). Per la precisione è possibile usufruire delle seguenti coperture:

  • garanzia “Safe on Line”: permette di ottenere il rimborso della cifra spesa per un acquisto online in alcuni casi particolari tra cui la mancata corrispondenza del prodotto consegnato con quello ordinato oppure un eccessivo ritardo nella spedizione (generalmente oltre i 30 giorni dall’addebito);
  • Garanzia “Protezione Acquisti”: Questa copertura assicurativa porta al rimborso in caso di furto di un bene acquistato con la Xme Card, entro un massimo di 30 giorni dal momento del reale possesso del bene stesso;
  • Garanzia scippo/aggressione agli sportelli automatici (ATM): stesso discorso del caso precedente ma in riferimento ad i prelievi da Atm con la carta di pagamento di Banca Intesa Sanpaolo entro 24 dallo stesso.

(Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data: 19 aprile 2019)

Mobile payments

Come abbiamo detto in precedenza questa card permette i pagamenti contactless. Questi possono essere effettuati anche tramite i nuovi sistemi di mobile payment, attraverso cui è possibile ‘dematerializzare’ la Xme Card sul proprio device Android od Apple.

(Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo – Data: 19 aprile 2019)

Apple Pay

Il noto wallet Apple è oggi disponibile con le carte di Intesa Sanpaolo è permette di fare acquisti sia da pos che online. L’accoppiamento della card con il sistema di pagamento può essere effettuata sia tramite wallet Apple che dall’app Xme Pay. In questo secondo caso la modalità è anche più veloce visto che i dati della card sono normalmente già memorizzati.

Approfondimenti: Vantaggi Apple Pay.

PayGo

Il funzionamento è alquanto simile al precedente ma è riferito in esclusiva alle carte di pagamento dell’istituto di credito torinese compresa questa. Per usufruire di questa modalità di pagamento è necessario:

  • avere uno smartphone con un sistema operativo Android almeno 4.4;
  • fare il download dell’app Xme Pay;
  • essere titolari del servizio a distanza di Banca Intesa My Key.