Fatturazione elettronica carburante: quali vantaggi con Soldo Drive

Dal 1 gennaio 2019 è entrata in vigore la fatturazione elettronica, ma già da diversi mesi la società Soldo, autorizzata dall’autorità britannica, la FCA, ha messo sul mercato una carta di pagamento dedicata all’acquisto di carburante: la Soldo Drive.

Solo carta carburante?

La Soldo Drive è una carta di pagamento prepagata, funzionante sul circuito MasterCard, che è destinata esclusivamente all’acquisto di carburante (approfondimento: MasterCard Prepaid). Tuttavia non è una carta carburante elettronica brandizzata, come ad esempio le carte Esso, Eni, ecc. Infatti a differenza di queste, la Soldo Drive può essere usata per acquistare carburante presso qualsiasi stazione di servizio, anche quelle no logo, potendo scegliere di volta in volta il prezzo più conveniente. Come vedremo tra poco parliamo di una soluzione dotata di tutto ciò che serve per essere non solo in linea con l’attuale normativa, ma anche per semplificare la contabilità delle aziende che la richiedono e la assegnano ai propri dipendenti.

Requisiti per poterla richiedere?

Chiunque abbia una partita Iva e possa portare in detrazione le spese per i rifornimenti di carburante, può fare richiesta della Soldo Drive, così come della carta Soldo Business. Tra l’altro le due carte possono coesistere e per richiederle basta una sola registrazione: una volta aperto il proprio rapporto con “Soldo” si deciderà quante carte e quali tipi richiedere, anche in funzione delle mutanti esigenze dell’azienda.

Alla pari della versione business anche la Soldo Drive può essere richiesta da piccole aziende, oppure medie fino alle grandi, od ancora da liberi professionisti, ditte individuali e lavoratori autonomi.

Quali vantaggi offre?

Semplificazione contabile

Dall’ 1 gennaio 2019 è operativa la fattura elettronica che si è andata ad aggiungere all’obbligo di fare rifornimento con sistemi di pagamento elettronico per poter usufruire della detrazione. Per poter “registrare” le fatture pagate con Soldo Drive è sufficiente inoltrarle a Soldo, senza doversi preoccupare se si tratta di fatture detraibili (ad esempio relative ad altre spese) oppure se sono già state inviate. Soldo si occuperà di contabilizzare solo le fatture pertinenti all’acquisto di carburante con la sua carta, rilasciando il riepilogativo previsto dalla legge.

Se il benzinaio ha inviato la fattura elettronica via pec, basterà inoltrarla all’indirizzo preposto fatture@pec.soldo.com (si può anche attivare da Pec la modalità di inoltro automatica). Quindi ricevute le varie fatture elettroniche, Soldo si occuperà di fare la riconciliazione o collegamento tra i pagamenti e le varie fatture, che verranno tutte riportate nell’unico documento riepilogativo relativo al periodo scelto. Questa suddivisione temporale vale per le fatture elettroniche inferiori di importo inferiore a 300 € perché quelle superiori devono essere contabilizzate ognuna singolarmente. Soldo procederà anche al calcolo dell’IVA divisa a seconda delle diverse aliquote. In questo modo c’è un’unica modalità di contabilizzazione.

Semplificazione di utilizzo

I dipendenti potranno effettuare i rifornimenti di carburante senza dover usare propri metodi di pagamento, con la sicurezza di ottenere il rimborso spese senza complicazioni anche per l’invio delle differenti fatture. In più scaricando gratis l’app, dopo aver fatto il login, si ha la possibilità di controllare il proprio saldo, i movimenti e monitorare le spese in tempo reale.

Personalizzazione

L’amministratore di Soldo (cioè colui che è stato designato in fase di registrazione), tramite il sistema di gestione web, può definire limiti di spesa personalizzati per ciascun dipendente, e stabilire diverse valute.

Sicurezza

Grazie alla tecnologia chip&pin e contactless, i pagamenti avvengono in modo sicuro, grazie agli standard di MasterCard. Per l’azienda c’è in più la possibilità di poter monitorare gli avvenuti pagamenti in tempo praticamente reale.

Costi: gestione e ricarica?

Per ciascuna carta Soldo drive è richiesto un contributo mensile di 2 euro. I pagamenti non prevedono costi e la ricarica, dal conto Soldo, non prevede alcuna commissione. Una tantum va considerato solo il costo di emissione che è pari a 5 euro, oppure la commissione per cambio valuta dell’1%.

(Fonte: sito ufficiale Soldo Drive – Data: 13 gennaio 2019)

Cosa accade se si devono trasferire i fondi dalla carta Soldo drive al conto aziendale? Nulla, in quanto lo si potrà fare a costo zero verso un conto aziendale italiano, altrimenti si applica una commissione fissa di 3,5 euro.

Modalità di richiesta

Prima di richiedere la carta Soldo Drive bisogna fare la registrazione a Soldo, che secondo i tempi indicati sul sito ufficiale, richiede circa 5 minuti di tempo, necessari per l’inserimento dei dati obbligatori (N.B. Le opinioni sui forum non sembrano essere discordanti su questa tempistica). Una volta aperto il rapporto con Soldo, dopo aver fatto il login e avuto l’accesso all’area personale, si potrà decidere quale numero di carte richiedere (se ne può richiedere anche solo una). Per qualsiasi dubbio il contatto di riferimento è rappresentato dalla mail drive@soldo.com

Fatturazione elettronica: quali dati bisogna sempre avere con sé

La Soldo Drive funziona in automatico come carta carburante. Tuttavia per la fatturazione elettronica bisogna comunicare una serie di dati al benzinaio fondamentali per la compilazione della fattura stessa.

Attenzione: se si effettua il pagamento con la Soldo Drive, ma non si ottempera alla richiesta della fattura elettronica la spesa non potrà essere detratta, perché mancherebbe la possibilità di riconciliazione tra “pagamento e fattura”.

In base a quanto appena esposto perché la spesa sia detraibile è quindi necessario:

  • pagare con la Soldo drive;
  • comunicare al benzinaio tutti i dati necessari per la compilazione della fattura elettronica (Ragione Sociale dell’azienda, Partita Iva o Codice Fiscale, Indirizzo);
  • comunicare l’indirizzo di posta elettronica dove va inviata la fattura elettronica;
  • una volta ricevuta inoltrarla a Soldo che provvederà a fare il collegamento con il relativo pagamento.