Webank conto corrente – E’ il più completo online?

La banca Webank creata dal Gruppo Popolare di Milano come un Istituto online puro offre prodotti facilmente gestibili a distanza come ad esempio il conto corrente. Anche l’iter per l’apertura usa il canale web, così come quello relativo all’operatività che può essere svolta anche tramite phone banking.(Vedi anche la Carta prepagata della BPM)

Dettagli
Nome Prodotto Conto WeBank
Canone annuo 0,00 euro
Servizi gratuiti inclusi nel canone Bancomat, Carta prepagata, Carta di credito

In questo caso la gratuità che caratterizza la maggioranza delle disposizioni di base o di routine viene però spesso a decadere. Una delle particolarità che incontriamo con il conto corrente Webank è che viene offerto sia in una versione retail (per i privati) che in quella business.

Webank conto per privati e famiglie

La “tenuta del conto” con tutte le fasi collegate (dall’apertura alla chiusura”) sono a costo 0. Nel canone gratuito sono compresi:

  • operazioni illimitate;
  • carta di credito;
  • bancomat.

Vedi anche Carta di credito senza conto corrente

Se si desidera richiedere più di una Carta Impronta si paga un costo di 12 euro per ciascuna. Anche il servizio di home banking è gratis, tranne che per l’attivazione del token di sicurezza che prevede un contributo una tantum di 15 euro.

Scegliendo le comunicazioni online e i bonifici tramite internet banking non sono previsti costi aggiuntivi. Il conto corrente non ha remunerazione, ma si possono attivare linee vincolate sulle giacenze così da percepire dei rendimenti variabili a seconda della durata del vincolo scelto.

Webank Business: costi e caratteristiche

La versione di conto corrente Webank Business, destinato a chi lo usa per l’attività lavorativa, presenta condizioni molto simili alla versione per privati, riproponendo la gratuità nell’apertura, nella chiusura e nel calcolo e liquidazione delle competenze trimestralmente. La principale differenza risiede invece nel fatto che la versione Business non ha canone gratuito, ma ha un costo fisso di 5 euro al mese.

Il bonifico se fatto on line, fino a 50 mila euro costa 75 centesimi. Le comunicazioni via web rimangono comunque gratuite, mentre sono presenti costi applicati alle varie possibili operazioni, anche se contenuti rispetto a molti conti concorrenti. Tali commissioni spaziano in un range che parte da 50 centesimi (ad esempio per pagamento riba) fino a 2,5 euro (per i tributi).

Conclusioni

Un conto corrente completo, che non esclude la possibilità di potersi rivolgere ai servizi da sportello, sacrificando la gratuità o i costi più bassi nel caso della versione Business. Si tratta di un prodotto buono, che si posiziona, anche per le opzioni generali, in una posizione medio/alta del mercato di appartenenza.

La parte più interessante è legata soprattutto ai sistemi di pagamento usufruibili a costi nulli o comunque molto bassi.