Carta carburante: informazioni utili

I principali vantaggi legati all’uso della carta carburante sono: maggiore sicurezza e controllo, semplificazione della gestione burocratica delle certificazioni ai fini del recupero iva e sgravi fiscali (vedi anche Buoni carburante), e possibilità di ottenere i rifornimenti ai migliori prezzi, grazie ad un sistema di sconti esclusivi (soprattutto nel caso di carte brandizzate come quella di Q8 e Shell, oppure Total, Ip, Eni, ecc).

Migliori carte carburante

I servizi della carta carburante

Alcune carte sono dotate di una funzione di carta di pagamento vera e propria, nel senso che aggiungono alla carta di credito prepagata di base, anche la funzione di carta carburante (che però non rimane di tipo esclusivo).

Questo genere di carte “multifunzione” (vedi Carta Classic Multifunzione Fineco) garantiscono ugualmente la semplificazione della gestione della certificazione dei rifornimenti, ma peccano un po sul piano della personalizzazione di alcuni servizi, che invece rappresentano il principale punto di forza delle carte carburante pure.

Queste infatti forniscono sempre uno strumento di gestione e controllo continuo, semplicemente accedendo all’area personale, con possibilità di personalizzazione per una intera flotta (potendo stabilire anche i distributori presso i quali può essere fatto rifornimento, stabilendo delle limitazioni per importo, ora o data, ecc, anche a livello di singola regione, come ad esempio Basilicata, Lazio, ecc, oppure per macro-area o ancora in funzione di un tragitto o percorso ben specifico). Di contro possono essere utilizzate solamente per effettuare acquisti di carburante e generalmente di lubrificante.

Meglio la tipologia di carta carburante multifunzione o di carta carburante pura e semplice?

Entrando nel particolare, la carta carburante specificatamente dedicata solo a questo scopo presenta un importante peculiarità e cioè: pagamento e certificazione (tramite estratto conto unico per tutta la flotta e in formato elettronico) dei rifornimenti, senza rischi di contestazione in sede di dichiarazione dei redditi. Questo genere di carte possono essere brandizzate (come ad esempio cartamaxima ip, cartissima q8, ecc) oppure possono essere senza brand e utilizzabili presso qualsiasi distributore, compresi i no logo (come la dkv).

La differenza nella scelta deve tener conto del tipo di necessità che si ha, ma anche del grado di personalizzazione nelle condizioni, sconti e servizi esclusivi che ogni singola azienda può ottenere (vedi Carte prepagate per aziende), dando un peso prioritario proprio all’aspetto della personalizzazione, fermo restando che alcune offerte di carta carburante sono limitate a determinate situazioni particolari, con un’indicazione molto precisa e stringente delle condizioni minime che bisogna possedere per la loro richiesta.