Richiedere una carta di credito: guida pratica

I soggetti coinvolti nel rilascio di una carta di credito, oltre al richiedente sono: circuito di pagamento (American Express, Visa o Mastercard), la società emittente (che coincide con il circuito per la sola Amex) e la banca presso la quale si ha il conto corrente sul quale avviene l’addebito del saldo degli acquisti fatti tramite carta. Il coinvolgimento di queste tre parti porta essenzialmente a due modalità con cui ottenere una carta di credito.

Come avere una carta di credito online o da banca?

La modalità più semplice per ottenere una carta di credito può sembrare quella di rivolgersi alla propria banca, la quale fungerà da intermediario, ovvero girerà la richiesta alla società emittente. Molto spesso non si tratta però della scelta più economica, e nemmeno di quella migliore, per il fatto che le tipologie di carte di credito ottenibili sono limitate rispetto a un ventaglio di scelte molto più folto se ci si rivolge direttamente ad una società emittente (come ad esempio Cartasì). Per quest’ultimo caso si procede normalmente con una richiesta di carta di credito online (per cui basta compilare la modulistica e inviare la documentazione necessaria reddituale e anagrafica).

Come avere una carta di credito online senza busta paga o reddito dimostrabile?

La scelta quasi sempre deve ricadere sulla propria banca, presso la quale si ha un certo patrimonio od una giacenza al di sopra di una soglia minima prefissata (che oscilla in media tra i 3 mila e i 5 mila euro). Nel caso in cui invece si volesse ottenere una carta prepagata che possa fungere anche da carta di credito per fare acquisti online, generalmente non bisogna presentare alcuna documentazione atta a giustificare l’esistenza di un reddito, a garanzia della propria capacità di rimborso. A volte le banche accettano anche l’accredito di bonifici ricorrenti, che non necessariamente devono risultare come emolumenti.

Come avere una carta di credito estera?

Le vie percorribili sono molteplici. In taluni casi vengono richiesti dei costi fissi “per il servizio di rilascio”, ma nella maggior parte dei casi non si tratta di procedure sicure. Ci sono tuttavia delle carte prepagate che offrono delle condizioni interessanti (ad esempio sui cambi di valuta, come la Weswap) e sono facilissime da richiedere in quanto basta registrarsi sui siti collegati alle carte e inoltrare la richiesta (alcune non richiedono nemmeno la documentazione anagrafica come avviene in Italia, come ad esempio la Viabuy).