Carta N26 Black: vantaggi e svantaggi

N26 Black è, insieme alla standard ed alla Metal, una delle tre versioni di carta collegata a conto online offerte dalla banca tedesca N26. Ma quali sono le sue peculiarità e perché eventualmente preferirla alle altre due alternative?

La N26 Black è una carta total black, che nell’aspetto richiama le varie cards di “prestigio” che fanno del colore nero uno dei loro caratteri distintivi. Di fatto rappresenta, insieme alla Metal, la proposta ‘top’ di banca N26 grazie a servizi e funzionalità esclusive. Sempre come la Metal, e a differenza della versione standard, la versione Black prevede però un costo fisso mensile. In quest’articolo cerchiamo di capire per quali motivazioni dovrebbe o potrebbe essere preferita alle altre versioni.

Di cosa si tratta?

Questa carta rientra tra le prepagate, come le altre versioni della banca N26. Proprio per questo può essere usata per fare gli acquisti “a debito” (come un bancomat), quindi scalando subito l’importo speso o prelevato. Un aspetto che la rende ancor più particolare, considerato che di norma le carte Black rientrano esclusivamente nella categoria delle carte di credito. Il primo innegabile aspetto positivo è perciò legato all’eleganza che la caratterizza, con un nero metalizzato e le rifiniture (come il logo Mastercard) color argento.

A questa particolarità nel look si aggiunge che, fatta eccezione per il logo N26 e quello Mastercard, tutti gli altri dati (come il numero della carta e il nome del titolare) sono riportati nella parte posteriore. La denominazione ‘black’ della carta qualifica anche il conto corrispondente, al quale la prepaid si ‘collega’ per poter spendere i soldi o per fare prelievi.

Anticipiamo che la versione Black è disponibile sia in una versione Business che in quella destinata alla clientela di tipo retail.

Requisiti e condizioni per ottenere la card

Per richiedere la N26 Black si hanno due alternative: la richiesta diretta e quella tramite upgrade dalla versione gratuita. Se si sceglie di aprire direttamente il rapporto con la N26 Black questa richiesta andrà specificata logicamente in fase di registrazione. Di contro se già si possiede una N26 Start si potrà fare l’upgrade verso la N26 Black dall’apposita funzione nell’area clienti. N.B. A prescindere dalla alternativa seguita si hanno 12 mesi di obbligo di mantenimento del rapporto stesso.

I canali tramite i quali registrarsi sono il pc (anche Mac) oppure uno smartphone che abbia come requisiti minimo:

  • sistema operativo Android: pari o superiore a 5.0;
  • sistema operativo iOs: pari o superiore a 9.0.

Una volta che si arriva al termine dell’inserimento dei vari dati richiesti (come residenza, nominativo, data di nascita, ecc) si dovrà procedere con la fase di riconoscimento che avverrà comodamente online tramite l’uso della webcam o grazie ad un selfie da device insieme ai documenti personali.

Requisiti

Per sottoscrivere la N26 Black è sufficiente essere maggiorenni e residenti in uno dei paesi dove è possibile aprire un conto offerto dalla banca tedesca (l’Italia è logicamente compresa nell’elenco). Non servono né documenti reddituali e nemmeno documenti che attestino il merito creditizio o simili.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 17 aprile 2019)

Costi e condizioni economiche applicate

A differenza della carta N26 Start, che è una card free (non ha cioè alcun canone mensile), la versione Black prevede un costo fisso di 9,90 euro al mese. Tuttavia il canone comprende:

  • più servizi rispetto alla versione Start (invece per entrambe non ci sono dei massimali differenti);
  • un pacchetto assicurativo che viene offerto da Allianz, che copre vari rischi, con un occhio particolare soprattutto alle esigenze di chi viaggia molto (ad esempio perdita dei bagagli, ritardo del volo, ecc).

(Fonte: foglio informativo privatiN26 Black/Allianz – Data: 17 aprile 2019)

Approfondendo il primo aspetto, la Black offre ai propri sottoscrittori l’assenza dell’applicazione del tasso di cambio per acquisti e prelievi anche in valuta diversa dall’euro oltre che prelievi (in Italia e in tutto il mondo) sempre gratuiti. Da sottolineare la scelta di non applicare un plafond massimale fisso. Per maggiore chiarezza elenchiamo tutti i servizi e le operazioni che si possono ottenere a costo zero all’interno del canone omnicomprensivo della prepagata della banca teutonica:

Banca N26

  • apertura del conto;
  • prelievi;
  • spedizione della carta fisica;
  • tasso di cambio valute;
  • gestione conto;
  • pacchetto assicurativo Allianz (foglio informativo);
  • addebiti o accrediti ricorrenti.

Non sono invece gratuiti solo:

  • la sostituzione della carta in caso di furto o smarrimento: 6 euro;
  • i bonifici via TransferWise: le commissioni sono in realtà pagate alla azienda multinazionale britannica che permette di fare trasferimenti di denaro in ben 19 valute diverse.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 17 aprile 2019)

Servizi ‘accessori’ e tecnologia

Tra i servizi accessori più recenti si segnala sicuramente quello denominato ‘N26 Spaces’. Parliamo di salvadanai elettronici che consentono di spostare una parte dei soldi disponibili dal proprio conto per destinarli a spese specifiche o progetti. Tali importi saranno fattivamente decurtati dalla disponibilità di spesa o prelievo. Detto questo in qualsiasi momento è possibile ritrasferire queste somme sul conto e renderle di nuovo disponibili senza vincolo alcuno. La Start ne ha solo 2 mentre sia la versione Black che quella Metal danno accesso a ben 10 spazi ‘virtuali’.

Come tecnologia si tratta di una carta dotata sia di tecnologia chip e pin che NFC che ne permette un impiego anche contactless con la particolarità di avere il chip per il Near Field Communication sul retro. Questa prepagata è abilitata all’uso sia con Apple Pay che con Google Pay. In entrambi i casi possibile abbinare la carta ai servizi di pagamento sia con procedura standard da wallet ufficiali che passando da app N26. In questo secondo caso la procedura è logicamente più veloce visto che i dati della card sono già memorizzati.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 17 aprile 2019)

Differenza tra la versione Business e quella per i privati

Le due N26 sono equivalenti per la maggioranza dei servizi e delle caratteristiche. Detto questo la versione Business è dotata di un servizio di cashback che porta al riaccredito dello 0,1% dell’importo “utilizzato” tramite la carta stessa durante il mese precedente. Ricordiamo che la Business Black non può essere aperta da aziende ed è per questo destinata in esclusiva ai liberi professionisti ed ai ‘freelance’. Anche per questa versione è ‘offerto’ all’interno del canone mensile (sempre pari a 9,90 euro) un pacchetto assicurativo Allianz (Foglio informativo business) oltre che la possibilità di creare fino a 10 spaces.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 17 aprile 2019)