Monese carta e conto: vantaggi e svantaggi

L’apertura di un conto in modo veloce e senza complicazioni burocratiche ha trainato la nascita di tantissimi prodotti alternativi al classico conto corrente, tra i quali dal 2015 c’è Monese. Si tratta di un conto che viene offerto dalla società Monese Ltd che opera con licenza e autorizzazione rilasciata dalla Fca britannica (con numero FRN 900188) per l’uso della moneta elettronica.

Al conto è associata anche una carta di pagamento fisica che viene invece rilasciata dalla società PrePay Solutions Limited a sua volta autorizzata dalla FCA (con numero FRN 900010) per il rilascio di sistemi di pagamento. La Monese card funziona su circuito MasterCard.

Dettagli
Circuito MasterCard
Apertura onlinem Si

Di cosa si tratta?

Il conto Monese può essere aperto da tutti i cittadini dello spazio EEA (quindi anche l’Italia) ed è gestibile interamente tramite smartphone, scaricando l’app che è compatibile con sistema operativo Android e iOs. Per aprirlo non serve avere una buona reputazione creditizia (non c’è nessuna indagine sulla situazione del merito creditizio) e non bisogna dare alcuna prova di residenza, tutti aspetti che trainano opinioni positive sul portale TustPilot, soprattutto se ci si focalizza sulla facilità e rapidità di apertura.

Come avviene l’apertura?

I passaggi per aprire un conto con Monese sono:

  • Scaricare l’app di Monese (per Android serve la versione da 4.1 e per iOs da 9.0). Il download avviene in poco tempo. Se si decide di far partire la procedura da Pc, si dovrà inserire il proprio numero di telefono che permette l’arrivo di un link tramite il quale arrivare alla pagina per il download dell’app;
  • Fare touch su “Apri il conto” e compilare gli spazi obbligatori;
  • Fare il selfie insieme al documento di identità, in modo che entrambi siano ben visibili;
  • Attendere la conferma di apertura con l’indicazione dell’Iban associato al conto che diventa immediatamente utilizzabile.

Quanto costa?

Ci sono due profili di conto tra cui scegliere. Lo Starter e il Plus. Il conto Starter ha costi più in linea con un classico conto elettronico, mentre per la versione Plus è stata trovata una via di mezzo tra i conti con costo fisso quasi omnicomprensivo e qualche vantaggio legato ai costi variabili. I costi e le commissioni nel dettaglio da considerare sono:

Starter

  • Canone mensile: 0€
  • Numero operazioni: illimitate
  • Carta di debito MasterCard: facoltativa (costo una tantum 4,95€)
  • Costo prelievo ad ATM: 1€ a prelievo
  • Commissione per cambio valuta: 2%

Plus

  • Canone mensile:4,95€
  • Numero operazioni: illimitate
  • Carta di debito MasterCard: compresa e gratuita
  • Costo prelievo ad ATM: 6 prelievi al mese gratuiti (poi 1€ dal settimo mensile in poi)
  • Commissione per cambio valuta: 0,5%

(Fonte: sito ufficiale Monese – Data: 13 luglio 2018)

Come ricaricare il conto?

Ci sono due modalità per procedere alla ricarica del conto Monese e cioè tramite:

  • accredito che sfrutta l’Iban (es. un classico bonifico);
  • indicazione di uno specifico codice identificativo, con successivo accredito sul conto personale.

La prima ipotesi è riferita al territorio Ue mentre la seconda opzione prende in considerazione i depositi da fuori Europa in modo da rendere il conto sempre fruibile.

Funzionalità

Una volta che il denaro è stato depositato sul conto personale Monese, tramite l’App, andando sulla funzione Paga si può scegliere il tipo di pagamento effettuare (ad esempio ricorrente) e inserire i dati dei vari destinatari dei pagamenti o trasferimenti.

Particolarmente fruibile la funzionalità di bonifico che permette di pagare anche le utenze domestiche (oltre che le bollette in generale) e di trasferire denaro all’estero.

(Fonte: sito ufficiale Monese – Data: 13 luglio 2018)

Condizioni e costi della carta

La carta Monese è una carta che funziona come detto sul circuito MasterCard e permette di fare:

  • prelievi su ATM;
  • acquisti sia con pos che on line.

E’ inoltre dotata di tecnologia contactless: fino a 25 euro o 30 sterline non c’è bisogno di digitare il pin accostandola all’apposito pos abilitato. Grazie al collegamento con il conto elettronico è possibile monitorare le spese fatte andando sull’app così da vedere quali importi sono stati spesi o prelevati e dove. La carta essendo nominativa è accettata praticamente ovunque è previsto l’uso del circuito MasterCard.

Trasferimenti denaro all’estero

Come detto precedentemente con il conto Monese si possono fare trasferimenti di denaro anche su conti di altri Paesi per i quali possono essere applicate commissioni di cambio valuta (approfondimento: Inviare soldi online in modo sicuro). Per conoscere i vari importi applicati si può usare il calcolatore presente sul sito (ad uso libero non bisogna loggarsi). Tali commissioni ovviamente variano a seconda del momento e degli importi dei trasferimenti.

Ad esempio al 13 luglio 2018 un trasferimento da euro a sterline inglesi, usando il tool online, presenterebbe i seguenti dati:

Secondo quanto riportato dallo stesso sito ufficiale Monese (data 13/07/2018) il costo di un bonifico estero con il conto online inglese può essere inferiore fino ad otto volte rispetto a quello applicato da un istituto di credito tradizionale. Stesso discorso per le commissioni applicate da Monese stesso pari allo 0.5% della transazione.