Social card: novità e condizioni

La Carta acquisti, nota soprattutto con il nome di Social Card, non è riuscita a dare quel sostegno economico che ci si attendeva al momento della sua emissione. Per questa ragione, per gli ultra 65 anni e gli under 3 anni, è stata affiancata dalla carta acquisti sperimentale, (definita anche social card straordinaria). Per quest’ultima va specificato ancora il carattere meramente sperimentale, visto che il ministero ancora non ha deciso come e quando intenderà portarla a regime.

Caratteristiche della social card sperimentale

Il 2014 è stato il lancio della social card sperimentale, ovvero la card destinata ai disoccupati, che ha interessato solo le grandi città come Milano, Roma, ed altre 10 che superano tutte i 250 mila abitanti. Il 2015 doveva essere il debutto delle regioni del mezzogiorno, ma il ministero del lavoro ha smentito le voci del web che ne volevano già il suo lancio, che è stato fissato in data da destinarsi. La social card che rimane quindi strutturale e ricorrente nel sistema assistenziale italiano è la classica versione, che può essere richiesta, tramite ufficio postale, semplicemente possedendo i requisiti minimi richiesti.

La richiesta della social card

I requisiti sono anagrafici (over 55 anni o under 3 anni), titolarità di un numero massimo di utenze domestiche, possesso di una percentuale non superiore al 25% di un immobile ad uso abitativo (o 10% se non ad uso abitativo), Isee inferiore ai 6.795,38 euro (che salgono a 9.060,51 euro per chi ha almeno 70 anni), e proprietà massima di 2 veicoli. La richiesta va fatta negli appositi moduli, reperibili anche presso gli uffici postali o scaricabili online sul sito del ministero dell’Economia e delle Finanze ed Inps.

Come funziona

Entro il plafond massimo di spesa stabilito dallo Stato, è possibile usare la social card come una normale carta di pagamento elettronico (del tipo di carta ricaricabile prepagata), per fare gli acquisti presso gli esercizi che aderiscono al circuito Mastercard e presso quelli che, in più, espongono l’adesivo della “carta acquisti” (è possibile in questo caso ottenere degli ulteriori sconti sugli acquisti). Se la SIA (social card straordinaria) sarà confermata così come nella forma sperimentale, allora fungerà anch’essa come una carta ricaricabile prepagata, alimentata mensilmente dallo Stato.

Approfondimenti: migliori carte per studenti e carta di credito per minorenni più conveniente.