Limite pagamento con carta prepagata: guida alla scelta migliore

Le carte prepagate funzionano come un bancomat per quanto riguarda l’impiego in operazioni come quelle di prelievo e di pagamento, con delle funzioni aggiuntive per quanto riguarda quelle dotate di Iban.

Per cui esiste un limite di pagamento previsto con l’uso della carta prepagata differente da banca a banca, ma con una ulteriore differenza data dalla possibilità di poter prelevare (per le banche che lo prevedono) l’intero importo con cui sono state ricaricate, fino all’esaurimento del plafond, passando tramite uno sportello bancario (quindi no da Atm).

Praticamente sempre, il vero e proprio limite fisso per ciascuna banca si ha solo per il prelievo da sportello Atm, mentre i limiti del pagamento dipendono dal plafond massimo o da quello di cui è stata dotata la carta (o che rimane dopo che sono state effettuate altre operazioni di prelievo e/o pagamento).

Le prepagate, essendo emesse su circuito Visa Electron o Mastercard sono utilizzabili all’estero, ma non sono previsti dei massimali differenti rispetto all’uso in Italia (per cui sono molto apprezzate da chi viaggia). Quindi gli aspetti da considerare, prima di sottoscrivere una prepagata, sono proprio il plafond massimo di cui è dotata, e (se previsto) il limite di ricarica che può essere fatto annualmente.

Massimali per Paypal, Unicredit, Intesa e Ing Direct

Vediamo ora una panoramica che coinvolge differenti scelte, operate sulle più diffuse carte prepagate:

  • la Carta Paypal Lottomatica, che ha un plafond di 10 mila euro mensili e 50 mila euro come massimo ricaricabile in un anno. Il limite del pagamento con carta prepagata è fino al plafond, mentre per i prelievi, quello massimo giornaliero di 250 euro presso i punti Lottomatica e 500 euro presso gli Atm;
  • con Unicredit, si possono avere due situazioni molto differenti a seconda che si scelga una semplice prepagata come Unicredit Click o la Genius card. Per la prima, il plafond massimo è di 5000 euro (limite di spesa pari al plafond) mentre quello di prelievo giornaliero da Atm è di 500 euro. Con la Genius la differenza è notevole solo per gli acquisti, dato che il plafond è notevolmente superiore (50 mila euro), che può essere speso anche tramite bonifico;
  • Superflash di Intesa Sanpaolo prevede un plafond mensile di 10 mila euro (che può essere speso anche in una sola operazione), mentre il limite del prelievo da Atm è di 500 euro giornalieri;
  • la Mastercard prepagata di Ing Direct ha un plafond ridotto, di 4500 euro, che può essere speso per intero con gli acquisti, sia a livello mensile che giornaliero.