Carta prepagata Nexi: pro e contro dell’offerta

Oltre che per le carte di credito e di debito anche per quanto riguarda le prepagate ricaricabili, con Nexi si ha una scelta ampia, tanto per il circuito Mastercard che per quello Visa Electron. Ovviamente si tratta di carte che offrono dei servizi diversi e per questo dedicate a esigenze differenti. In quest’articolo ci focalizzeremo soprattutto sulla versione prepaid analizzandone tra le altre cose i costi, le modalità di richiesta e come ricaricare.

esempio carta prepagata nexi

Sicurezza e tecnologia

In primis tutte le carte prepagate Nexi sono state dotate di tecnologia Chip&Pin e di quella contactless, quindi permettono di fare i pagamenti sotto i 25 euro senza il bisogno di inserire il Pin unico associato (sopra questa cifra è necessario l’inserimento del pin nei pagamenti fisici). Le carte possono essere abilitate anche per i pagamenti online (possibilità che tuttavia può risultare limitata a seconda del canale o banca scelta per la richiesta della carta). Tutte le cards sono compatibili con Apple Pay.

Come si richiede la prepaid?

Si hanno due possibilità per la richiesta delle Nexi Prepaid, ovvero (Fonte: sito ufficiale Nexi – Data: 23 luglio 2019):

Alla propria banca

E’ sufficiente che questa rientri nell’elenco delle banche aderenti all’accordo con Nexi (è consultabile qui www.nexi.it/chi-siamo/brand/banche-partner.html), e che ovviamente preveda tra i tipi di carte offerte anche questa tipologia. In questo caso il costo di emissione può essere di importo variabile a seconda della banca che colloca la card fino ad arrivare alla gratuità. Anche per i requisiti e le modalità ci si deve informare presso ogni istituto di credito. A riguardo ricordiamo che nella maggioranza di casi si tratta di un tipo di carta che non richiede necessariamente il possesso di un conto corrente.

Nexi Payments S.p.A

Online

La richiesta viene fatta direttamente a Nexi. In questo caso il costo di emissione è di 7 euro. Durante la fase di richiesta della carta bisogna avere a portata di mano:

  • Documento di identità (sia la Carta d’identità, o il Passaporto, oppure la Patente);
  • il Tesserino del codice fiscale o la tessera sanitaria.

Si dovrà quindi compilare l’apposito form con le varie info richieste:

form richiesta carta prepagata nexi

N.B. A prescindere dalla via ‘scelta’ in entrambi i casi le carte andranno attivate, ma nel primo caso, ovvero con la richiesta da una banca, si dovranno seguire le indicazioni sulle modalità specifica prevista (ancora una volta è necessario informarsi presso la banca). Nel caso dell’attivazione online si dovrà procedere ad un bonifico, seguendo le istruzioni riportate sulla lettera di accompagnamento. Anche per quanto riguarda i plafond ci sono ulteriori possibili differenze in quanto la prepagata richiesta online ha un plafond massimo di 12.500 euro, mentre quella richiesta alla banca dipende dal massimale di cui è stata dotata.

(Fonte: sito ufficiale Nexi – Data: 23 luglio 2019)

Costi e massimali

Oltre al costo di rilascio oppure di emissione, bisogna considerare gli altri costi collegati sia al possesso che all’uso della carta prepagata Nexi. A riguardo non sono previsti costi di gestione annuale o di canone che indipendentemente dal canale usato è sempre gratuito, così come la durata di validità che è sempre di 5 anni. Per quanto riguarda invece i costi di ricarica, questi dipendono dal tipo di canale utilizzato, e saranno pari a:

  • 2,50€ per le ricariche fatte presso SisalPay oppure le Tabaccherie convenzionate con Banca 5;
  • 2,00€ per le ricariche fatte tramite bonifico;
  • 2,50€ per le ricariche fatte con card su i ATM (che siano abilitati al circuito QuiMultibanca);
  • 2,00€ per le ricariche effettuata tramite dall’Area Personale del Sito Internet, oppure nell’App Nexi Pay o contattando il Servizio Clienti.

In aggiunta troviamo i costi di prelievo, dove, ancora una volta si avranno condizioni differenti a seconda della banca alla quale ne è stata richiesta l’emissione (le differenze possono riguardare sia l’utilizzo in Italia che all’estero in funzione dell’area geografica). Per quanto riguarda le versioni “web” invece i costi di prelievo sono:

  • 2,00€ per i prelievi di contante presso gli sportelli ATM di tutte le banche, sia in Italia che all’estero ma in zona Ue;
  • 4,00€ per i prelievi di contante effettuati presso gli ATM delle banche in zona extra Ue.

(Fonte: sito ufficiale Nexi – Data: 23 luglio 2019)

Sugli acquisti e prelievi fatti in valuta diversa dall’euro si applica una commissione del 2%. Per le differenze di massimale dobbiamo fare un’ulteriore diversificazione, a seconda che si tratti di:

  • massimale di prelievo;
  • di ricarica (da minimo a un massimo);
  • di spesa (per gli acquisti).

Prepagata Nexi Web

Per i prelievi sono possibili solo due operazioni al giorno, e si possono prelevare somme che vanno da un minimo di 25 euro a un massimo di 250 euro. Invece per le ricariche la somma minima è sempre di 25 euro, indipendentemente dal tipo di canale scelto, mentre per la massima valgono i seguenti limiti (Fonte: sito ufficiale Nexi – Data: 23 luglio 2019):

  • per le ricariche fatte in contanti presso punti Sisal e le Tabaccherie convenzionate con Banca 5: 200,00€ per ricarica e un massimo di 400 euro al dì (sono possibili al massimo 2 ricariche al giorno);
  • se le ricariche sono fatte con un bonifico: 2.500,00€ al giorno;
  • se la ricarica è tramite Atm: 500,00€ a operazione, fino a un massimo di 2.500,00€ al giorno.

Prepagata Nexi da Banca

Il limite minimo parte sempre da 25 euro, mentre invece per i massimali legati al tipo di canale usato, si dovrà consultare il rispettivo foglio informativo perché ci potranno essere delle differenze per alcune modalità come l’home banking, app o servizio clienti. In particolare come massimali troviamo:

  • con bonifico bancario: 2.500,00€ al giorno;
  • in contanti presso gli sportelli delle filiali che hanno emesso la carta: fino a 12.500€;
  • tramite ATM (se aderente al circuito QuiMultiBanca): 500,00€;
  • in contanti da punti Sisal e Tabaccheria Banca 5: 200€ a ricarica e fino a un massimo di 400€ al giorno (sempre entro al massimo due operazioni al giorno);
  • con accesso all’area personale o app Nexi: 250,00€ a ricarica.

Le alternative

Oltre alla succitata prepaid la proposta di Nexi viene completata con la versione Speed e quella International. Parliamo in entrambi i casi di soluzioni non richiedibili online. E’ infatti necessario riferirsi agli istituti di credito convenzionati con Nexi che prevedono l’emissione di queste carte ricaricabili.

Carta Speed

esempio carta speed nexi

E’ una carta particolarmente adatta ai più giovani e per questo può essere impiegata dagli under 18 a partire dai 12 anni di età. Non è mai prevista una quota di emissione mentre per le altre condizioni è essenziale riferirsi all’istituto di credito scelto per la richiesta.

Carta International

esempio di carta nexi internationl

Questa soluzione è invece destinata agli stranieri (non residenti) a patto che possiedano un codice fiscale italiano. Viene proposta con due tipologie di plafond e cioè ridotto e personalizzabile. Le ricariche possono avvenire attraverso contanti, Bancomat, carte di credito o bonifico.

Contatti per assistenza e blocco

Se si ha bisogno di assistenza generale, si possono contattare come numeri:

  • dall’Italia: 02.345444;
  • dall’estero: +39 02 34.980.020
  • dagli USA: +1 800 473.6896

Invece per bloccare la carta in caso di furto o smarrimento come contatti si devono usare:

  • dall’Italia: 800 15.16.16;
  • dall’estero +39 02 34.980.020 (possibilità di fare la chiamata a carico di Nexi)
  • dagli USA +1 800 473.6896 (sia da fisso che da mobile)