Caratteristiche, vantaggi e svantaggi principali di Carta Bancoposte Più

Poste Italiane ricopre ancora il ruolo di collocatore quando si tratta di strumenti di pagamento “a credito”. Non fa quindi eccezione la carta Bancoposta Più che, di fatto, è emessa da Compass, con la quale è possibile usufruire del servizio di “bonifico in conto”. Si tratta di una carta di credito con la possibilità di effettuare i pagamenti a saldo oppure in modo rateale, secondo il meccanismo di commissioni fisse per ogni scaglione prefissato.

Circuito MasterCard
Emittente Poste italiane
Come si ottiene? Filiale

Costi e commissioni della Carta bancoposta più

Il canone annuo ha un costo di 24 euro per la carta principale e di 12 euro per la carta aggiuntiva. E’ possibile richiedere la carta con un plafond a scelta tra i 2600 euro e i 3600 euro, usufruendo di una discreta possibilità di personalizzazione.

Per la linea revolving il calcolo degli interessi avviene applicando una commissione (progressiva) dello 0,50% sull’importo dilazionato (per cui il costo è di 50 centesimi ogni 100 euro rateizzati, con un incidenza a livello di costo complessivo che va da circa il 14% a più del 16%), mentre le durate possono arrivare fino a 24 mesi (per importi superiori ai 720 euro), altrimenti si rientra negli scaglioni da 6, 12 e 18 mesi a seconda dell’importo da rateizzare.

La commissione di anticipo contante è del 4%, ed è accessibile sia con prelievo (300 euro massimo al giorno, e 600 euro in un mese), o tramite il bonifico in conto (per il quale non sono previste commissioni di anticipo contante), con una soglia minima di 180 euro. Scegliendo l’attivazione del servizio sms gratuito (non si ha alcuna franchigia per uso fraudolento), e con l’estratto conto online si risparmiano 12 euro annui.

Nessuna commissione anche per il rifornimento di carburante. La Carta bancoposta più è accettata all’estero senza problemi, funzionando sul circuito Mastercard.

Conclusioni

La Carta bancoposta più non offre grandi vantaggi ai suoi possessori. Il costo di 24 euro annui, considerato che non si tratta di una carta di credito accompagnata da servizi accessori (come nel caso delle coperture assicurative) ed il livello dei tassi di interesse abbastanza elevati, oltre che la data dell’addebito del pagamento per la linea a saldo, fissata nel 12 del mese successivo, non la rendono una carta dotata di grande interesse.

Prodotti e carte postali: scopri la nuova sezione dedicata ai prodotti e servizi di Poste Italiane.