Cerchi una carta completamente a costo zero e ad alto rendimento? Scopri le opinioni e le condizioni di Carta Rendimax

Banca Ifis ha migliorato il servizio offerto con il conto deposito Rendimax, già praticamente unico nel suo genere, mettendo a disposizione dei suoi titolari una carta di debito completamente gratuita. Sotto questo punto di vista non si può parlare di novità in quanto si tratta di una soluzione già adottata da altre banche, ma la quasi totale gratuità la mette in cima alla lista delle migliori carte con questo genere di funzioni.

Circuito Cirrus Maestro Pagobancomat
Emittente Banca IFIS
Come si ottiene? Online

Caratteristiche e vantaggi del bancomat collegato a Rendimax

Questo bancomat presenta numerosi vantaggi, al primo posto va indubbiamente messo il fatto che il conto continua a maturare gli interessi sulle somme depositate fino a quando questi non vengono prelevati o spesi (l’addebito avviene nello stesso giorno dell’uso della carta).

Il denaro su Rendimax può essere prelevato presso qualsiasi ATM (sia in Italia che all’estero grazie al circuito Cirrus e Maestro), e la carta può essere usata per fare acquisti presso qualsiasi esercizio abilitato al pagamento Pagobancomat (il bancomat è appoggiata al circuito Mastercard).

Il secondo aspetto molto positivo è costituito dalla gratuità della carta, sia al momento del rilascio, che per il suo uso. Infatti non è previsto nessun canone di gestione annuale. Non ci sono costi di commissione di alcun tipo e di comunicazione periodica. E’ gratuito anche il servizio di sms alert collegato all’uso della carta stessa.

Condizioni Economiche Carta Bancomat Rendimax
Canone 0,00 euro
Blocco carta 0,00 euro
Sostituzione 0,00 euro
Spese per operazione – ATM 0,00 euro fino alla 5° operazione mesile, 2,00 euro dalla successiva
Limite prelievo contanti – ATM 500,00 euro giornaliero, 2.000,00 euro mensile
Commissioni – Pagobancomat 0,00 euro
Limite utilizzo – Pagobancomat 5.000,00 euro al mese
Richiesta Online

Altri costi

Le sole voci di costo riguardano:

  • il caso di smarrimento e rilascio di una nuova carta, con un costo di 5 euro;
  • i prelievi ma solo dopo il quinto su base mensile (ovvero i primi 5 sono comunque gratuiti) con un costo di 2 euro (per ogni prelievo a partire dal sesto in poi ma sempre su base mensile). Lo stesso discorso vale per i prelievi all’estero ma dentro i confini di uno dei Paesi Ue. Per quelli extra Ue invece il costo è fisso, pari a 2 euro ad operazione senza alcun prelievo gratuito.

Il massimale di spesa tramite pagobancomat (mensile o giornaliero) è fissato a 5 mila euro, mentre per i prelievi si va da 500 euro giornalieri ad un massimo di 2 mila euro mensili.