Oval Pay: quanto costa il conto online con carta Visa?

Oval Pay è uno dei servizi proposti, affianco a Oval Futures, dalla società con sede nel Regno Unito Oval Money LTD (autorizzata e regolata dalla FCA, ovvero la Financial Conduct Authority con autorizzazione nr. 775672).

Di cosa si tratta?

Di un sistema di gestione delle proprie finanze, che va dai trasferimenti di fondi ai pagamenti, dal risparmio all’investimento. Alla base di tutto c’è quindi il principio di analisi delle abitudini di utilizzo del conto elettronico, che è comodamente gestibile tramite l’apposita app. In pratica si ha la possibilità di un controllo a tutto tondo, così da definire al meglio l’utilizzo dei propri soldi, risparmiando laddove sarà possibile. Entriamo ancor più nel particolare.

Cos’è il servizio ‘Pay’

In pratica Oval Pay è composto da un conto con IBAN italiano e da una carta di pagamento ad esso ‘appoggiata’ che funziona sul circuito Visa . Tramite il conto è possibile fare trasferimenti, bonifici, pagamenti, mentre con la carta è possibile pagare e fare prelievi (gratuiti). La carta è abilitata per Apple Pay e prossimamente lo sarà anche per Google Pay. Il tutto, sia per la parte informativa che la parte dispositiva, viene gestito tramite l’app che va installata sul proprio smartphone.

sito oval pay

Oval Pay è collegato all’app Oval, che ricordiamo non ha un costo di gestione e sfrutta un algoritmo che organizza per categorie in modo automatico le spese effettuate così da rendere più semplice la definizione delle proprie abitudini di spesa e migliorare le possibilità di controllarle. L’algoritmo dell’app offre anche dei consigli per migliorare l’aspetto del risparmio e proprio quest’ultimo aspetto rappresenta la parte più particolare della proposta della società inglese.

Una volta realizzato un po’ di risparmio è infatti possibile decidere come fare gli investimenti. Poi una volta deciso, sarà sempre l’algoritmo a permettere di procedere in modo automatico con il piano di investimento selezionato, in funzione delle cifre che si riescono a ‘risparmiare’ tramite l’uso della card collegata al conto elettronico.

Quanto costano il conto e la carta

Come già detto le spese sono ridotte all’osso a partire dall’apertura conto e dal canone annuale pari a zero. Gratis anche la chiusura del conto così come l’imposta di bollo. Nessun costo di emissione richiesto anche per la carta Visa collegata. Possono invece essere presenti alcune commissioni legate all’operatività. Ecco le principali condizioni economiche:

  • Prelievi: 0 da ATM in Italia ed Area Sepa, 2,50 euro extra Ue (commissione del circuito pari ad un massimo dell’1%). Non è ad oggi disponibile il costo di prelievo presso punto convenzionato Banca 5;
  • bonifico SEPA: gratis oppure 1,00 euro se si sceglie l’opzione ‘istantanea’;
  • addebito diretto: 0 euro;
  • invio rendiconti: gratis se online, altrimenti 1,25 euro in cartaceo.

(Fonte: sito ufficiale Oval – Data: 10 luglio 2020)

Limiti operativi

Passiamo ora a valutare i limiti che, alla pari di tutti gli altri prodotti simili, possono interessare i prelievi, le ricariche (o versamenti) ed i pagamenti intesi anche come addebito diretto oppure bonifico in uscita. Nel caso di questi ultimi il massimale è pari a 12.500 euro sia per giorno che per operazione. In riferimento alle altre operazioni di pagamento il limite sale invece a 20mila euro (giorno e mese).

Per quanto riguarda i versamenti in contanti presso punti convenzionati Banca 5, in base alla normativa vigente l’importo giornaliero è pari a 999,99 euro con un massimo di 4.999,99 euro su base mensile. Dai punti convenzionati Banca 5 è però anche possibile prelevare con le seguenti limitazioni minime e massime:

  • prelievo minimo giornaliero 25 euro;
  • prelievo massimo giornaliero e per singola operazione 150 euro;
  • max prelievo mensile 1.500 euro.

Concludiamo con il prelievo contante da Atm che presenta un limite giornaliero pari a 250 euro e 1.500 euro al mese.

(Fonte: sito ufficiale Oval – Data: 10 luglio 2020)

Come si ricarica

Per ricaricare il conto Oval Pay è possibile procedere ad un accredito diretto, compreso quello del proprio stipendio o pensione. In alternativa si può procedere anche alla ricarica riferendosi ad uno dei 17.000 esercizi convenzionati Banca 5. In tal caso si dovrà pagare un euro ad operazione.

(Fonte: sito ufficiale Oval – Data: 10 luglio 2020)

app oval pay

Come funziona l’app

Come detto anche con l’utilizzo di Oval Pay si può risparmiare ed investire. Nel particolare è possibile destinare parte dei pagamenti effettuati ai risparmi impostando un’uscita maggiore rispetto al reale pagamento (ad esempio 14 euro invece di 13,80, 20 centesimi andranno a rimpolpare i propri risparmi).

Ricordiamo però che questa non rappresenta l’unica alternativa di risparmio. All’app Oval è infatti possibile collegare non solo Oval Pay ma anche altri conti o carte (per esempio ci sono le carte Nexi o quelle American Express). È però necessario che la società emittente la carta, o nel caso di collegamento con conti correnti, la banca proponente, risultino nell’elenco delle società abilitate. Se non risulta si può fare la richiesta di aggiungere anche la propria banca.

Se il requisito di abilitazione è già attivo, si può passare a collegare subito il conto (o i conti se se ne hanno diversi) e le carte e sfruttare subito le funzioni di organizzazione e categorizzazione delle spese, dopo aver impostato gli step (arrotondamento dei centesimi all’euro successivo, oppure con calcolo percentuale prefissato) in base ai quali procedere all’accantonamento del risparmio.

Le somme risparmiate a fine settimana vengono spostate in Oval Futures (se non ci saranno tuttavia fondi sufficienti non si potrà verificare lo split per riempire il ‘salvadanaio’) con un addebito Sepa. Quando i fondi sono su Oval Futures parte il piano o le scelte di investimento selezionate. Per esempio nella sezione ‘Opportunità’ si può scegliere di investire in modo ricorrente automatico (a partire da 10 euro come importo di base) in uno dei prodotti di investimento creati per Oval. In queste scelte si viene aiutati dalla funzione Oval Coach.

Per avere scambi di opinioni ci si può iscrivere alla community presente sul sito ufficiale.

Registrazione e bonus

Per poter usare i servizi di Oval bisogna aprire un account e per farlo si deve per prima cosa scaricare l’app sul proprio cellulare (compatibile per Android e iOs). Non sono richiesti particolari requisiti se non quelli che riportiamo di seguito:

  • essere titolari di un conto o una carta che appartengono a società abilitate al collegamento con Oval;
  • non essere un cittadino americano.

Durante la registrazione si deve rispondere anche ad un questionario sull’antiriciclaggio. Inoltre è in questa fase che bisogna sfruttare i codici promozionali (è specificato che per i bonus, come quelli che premiano chi presenta un amico, se non si sfruttano in questa fase non possono essere recuperati in quanto si tratta di bonus previsti solo per i nuovi utenti).

Bonus

Al 10 luglio 2020 è attivo quello che premia chi presenta amici che aprono il conto, con 5 euro di credito su Oval Features (sia per il presentatore che per l’amico iscritto). Oltre all’inserimento del codice bonus è necessario che siano rispettate le seguenti condizioni:

  • effettuare almeno 6 trasferimenti automatici dal conto a Oval Future;
  • almeno un trasferimento automatico (dal conto corrente a Oval Future) da parte dell’amico invitato.

Contatti

Per avere informazioni, consigli o sciogliere dei dubbi si può mandare una mail a support@ovalmoney.it.