Carte prepagate gratuite per studenti: meglio Unicredit o Intesa Sanpaolo?

Le carte prepagate hanno, tra gli altri, il vantaggio di responsabilizzare i propri figli sull’uso del denaro, potendo al contempo controllare la spesa effettuata settimanalmente, mensilmente, ecc.

Tuttavia non sono ancora molte le banche che offrono la possibilità di rilascio di una carta prepagata a minorenni, mentre per quanto riguarda le prepagate per studenti la scelta non solo si fa interessante dal punto di vista delle varie alternative (come ad esempio con le carte con iban), ma anche ‘particolare’ tramite le carte che possono essere “prepagate e multiservizi” allo stesso tempo.

Questo tipo di carte rappresenta indubbiamente il frutto delle migliori convenzioni che le principali banche stipulano con le varie università Italiane. Per questa ragione controllare anche presso il proprio Ateneo, se ci sono news proprio sul lato delle convenzioni, è la chiave che spesso consente di sfruttare le occasioni da non perdere.

La carta per gli studenti minorenni dedicata: Iostudio

Una distinzione che va fatta è quella tra le carte prepagate che si adattano alle esigenze degli studenti, e quelle card che invece si trasformano successivamente anche in metodi di pagamento.

Tra queste spicca la Iostudio, rilasciata dal ministero dell’istruzione, che viene consegnata direttamente dalle varie segreterie coinvolte (quelle della scuola secondaria di secondo grado sia statale che paritaria) e che dura per tutto il percorso di studi. La Iostudio è diventata la Iostudio postepay, aggiungendo i servizi tipici di una normale postepay (anche se rimangono sempre le segreterie delle varie scuole a fare da referente).

La migliore carta prepagata per studenti? Quella che riassume anche i servizi universitari

Ai giovani, per quanto riguarda le carte prepagate con iban, le principali banche destinano delle condizioni vantaggiose, spesso eliminando il canone mensile, come avviene per la Superflash di Intesa SanPaolo ,Enjoy di Ubi Banca e la Genius card di Unicredit. Ma se si sta cercando veramente una carta unica, che possa rientrare nell’accezione di “migliore carta prepagata per studenti” grazie alla sua esclusività e elevata personalizzazione, allora ancora una volta è Unicredit la banca che ha saputo trovare la soluzione ideale.

Si tratta della Genius card Università, che riassume i vantaggi delle Genius card (carte conto con Iban e senza costi mensili di canone di gestione) con l’aggiunta dei servizi offerti da (e per) l’università stessa (motivo per cui la sua sottoscrizione si estende anche al personale docente).

In sintesi si tratta di una carta servizi dell’Università e, contemporaneamente, di una carta prepagata. Lo svantaggio sta solo nel fatto che non sono molte le Università che hanno ancora questo tipo di convenzione con Unicredit che precisamente sono: Messina, Palermo, Perugia e Trento. Per gli altri studenti, rimane in pole position la Genius card pura e semplice.