Like Card Banca di Piacenza: la carta di credito per studenti

Cos’è la Like Card? Non si tratta di una semplice prepagata (come invece è l’omonima versione di Ubi Banca) ma di una vera e propria carta di credito funzionante sul circuito Visa (vedi anche Visa Italia), che la Banca di Piacenza riserva ai giovani correntisti e non . Ai richiedenti vengono chiesti pochissimi requisiti, che si restringono in pratica al possesso dell’età anagrafica che va da 18 a 35 anni di età.

Circuito Visa
Emittente Banca di Piacenza
Come si ottiene? Filiale

I vantaggi ad essi riservati sono molteplici, senza trascurare il premio fino a 1500 euro dato a coloro che raggiungano la laurea con il massimo della votazione ed in corso. Ma in tutti i casi, anche per chi non ha questo requisito, la Like Card costituisce quasi una “carta servizi” permettendo al giovane titolare di poter seguire una corsia preferenziale per numerose tipologie di servizi (come l’acquisto di biglietti per eventi sportivi e concerti).

Principali condizioni

La Like Card, come carta di credito, necessita di un conto corrente di appoggio, così da rimborsare a saldo (fino a 45 giorni dopo) oppure in modalità rateale (si deve semplicemente chiamare il numero 892900) le spese effettuate nel mese precedente.

Carte di Banca di Piacenza

  • Like Card

Il problema, per quanti non abbiano già un conto corrente aperto, viene facilmente risolto appoggiando la Like Card alla Cartasì dei propri genitori (vedi anche CartaSì Eura), senza che ciò vada a limitarne la gestione. La consultazione delle informazioni avviene tranquillamente online previa registrazione su Carta Sì, il che però ovviamente non va confuso con una gestione tipica tramite home banking.

La richiesta in tutti i casi deve passare tramite una filiale della Banca di Piacenza, non essendo prevista la possibilità di richiesta via web. Per la determinazione del plafond bisogna necessariamente riferirsi sempre alle filiali delle banche stesse, mentre per i costi fissi il primo anno il canone è comunque gratuito, mentre per gli anni successivi è sufficiente superare la soglia minima di spesa annuale per poter continuare ad avere una carta di credito a costo zero.

Conclusioni

Visto il target di riferimento, questa carta di credito mantiene un piglio da carta “servizi” (tra l’altro interessanti), ma la scarsa trasparenza sulle condizioni applicate ne penalizzano un po’ il giudizio finale che non può che mancare di completezza.